Magazine Martedì 19 dicembre 2006

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

titolo: non avrei mai pensato di farlo, ma sono troppo confusa

Cara antonella,
sono una ragazza di 19 anni, con alle spalle una storia di tre anni e una in corso da circa un anno e mezzo.
Ora, mi rendo conto di come questo possa non essere usuale per una persona della mia età, ma fino a questo momento ero sempre riuscita a gestire tutto questo con tranquillità. Il mio attuale partner ha 3 anni più di me, vive da solo, studia e ogni tanto fa qualche lavoretto.
Siamo già stati in vacanza assieme! quest'estate inoltre abbiamo trascorso le ferie insieme ai nostri genitori! Lui, fino a poco tempo fa, era tutti i giorni a casa mia.
Tutto sembrava perfetto, idilliaco. Qualche giorno fa abbiamo avuto una piccola discussione, per la quale lui si è sentito in colpa; dice di non essersi comportato con la stessa attenzione e delicatezza che usa di solito con me. Questa cosa l'ha scosso a tal punto da fargli pensare che qualcosa in lui si sia spento. Non riesce a capire se è il senso di colpa che gli fa fare questi pensieri o se non proova più quello che provava prima e questo è il motivo del suo comportamento di quella sera.
Può una persona alzarsi una mattina e dire : "non so se riesco più ad amarti" solo per una discussione?
Può essersene accorto quella sera senza prima averci nemmeno mai pensato?
Come posso fare ad aiutarlo a capire se non mi ama più o se è solo il senso di colpa che lo fa parlare così?
grazie mille dell'attenzione


: : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : : :

No che non può, cara anonima,
e ho paura che tu sia ottimista. Provo a disegnare uno scenario che mi pare credibile: lui si accorge che qualcosa si è affievolito -speriamo che se ne sia accorto da solo e non in compagnia...- è un po' che ci pensa e non sa come dirlo, quindi è più nervoso del solito, quindi scoppia la lite, quindi finalmente confessa. Come dire che la lite è stata quasi un pretesto per buttare fuori un problema che lo opprimeva già da un po'.

Siete così giovani che è facile che lui si sia sentito il cappio al collo e mediti la fuga. Anche se tutto va bene, solo per la voglia di fare esperienze nuove. Infatti quello che ho scritto sopra non deve renderti sospettosa -niente di peggio per il recupero di un amore- ma è un'ipotesi di cui è importante tenere conto.
Ciò che rende sospettosa me, è proprio il cambiamento tanto repentino. Di solito ci si pensa un po', prima di fare tanto male. Ma qui entra in ballo l'età, la scarsa esperienza malgrado tutto, il bisogno di esprimere subito e senza mezzi termini ciò che si prova, senza riflettere sugli effetti che può avere sull'altro.

Posso suggerirti soltanto due strade, tu sceglierai quella che ti sembra più adatta a un ragazzo che certo conosci meglio di me:
1. fai finta di niente, non ossessionarlo con le domande, aiutalo standogli vicino -non appiccicata però, anzi lasciagli gli spazi che desidera, se li chiede- recupera il buon umore e cerca di non contagiarlo con la tua tristezza. In due parole: comportati da moglie. Del tipo che sa sopportare per davvero e ottiene sempre ottimi risultati, ma ci vuole la personalità adatta, quella che non so apprezzare come forse dovrei...
2. prendi un po' di distanze, fagli sentire la tua mancanza, fatti viva ogni tanto senza recriminazioni, per uscire una volta e divertirvi come ai vecchi tempi.
O magari sparisci del tutto e lascialo a meditare.
Potrebbe essere proprio quello che vuole. Pazienza, affretteresti una fine già scritta. O forse, invece, ci pensa su per davvero, si accorge che gli manchi davvero e ritorna.
Cosa che ti auguro, anche se siete tanto giovani.

A tutti i lettori, naturalmente, auguro delle feste meravigliose. E quindi che nessuno abbia bisogno di scrivermi!
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Sogno di una notte di mezza età Di Daniel Auteuil Commedia 2018 Daniel è molto innamorato di sua moglie ma ha molta immaginazione e un miglior amico che a volte è fin troppo ingombrante. Quando questi insiste per una cena "tra coppie" per presentare la sua nuova amichetta, Daniel si ritrova bloccato... Guarda la scheda del film