Magazine Giovedì 23 novembre 2006

Segnali di Fumetto

© www.littlenemo.it

Magazine - Il valore di un bene raro è proporzionale alla volontà dell’acquirente e al numero di persone che desiderano, assieme a lui quel bene.
Questa regola vale per il fantacalcio in cui amici indivisibili sudano freddo e rilanciano fino alla follia per aggiudicarsi i voti di Kakà ma anche per feticismo spinto che impone come base d’asta per un capello di 600 Euro, fino ad arrivare alle passioni milionarie che portano un Van Gogh alla cifra record di 40 Milioni di Euro.

Anche la passione per i fumetti, come quella per i bomber di razza e i quadri celebri – – porta il frutto delle nostre passioni ad avere valori quasi incredibili. Come capire se un prezzo è giusto? Se gli euro spesi sono un affare per chi compra oltre o solo per chi vende? Quale è il valore ufficiale di un pezzo unico?
La galleria di Torino proverà nel prossimo fine settimana a dare una risposta a queste domande, normalmente affidate ai confronti diretti tra chi compra e chi vende. Per la prima volta in Italia infatti, tra il 24 e il 25 Novembre presso La Posteria di Milano, la casa d’aste di Sergio Pignatone sancirà a colpi di martello quali siano i valori veri di alcuni pezzi ambitissimi da collezionisti di professione e semplici appassionati (Clicca per visionare il catalogo).

Saranno 300 i lotti messi all'asta, suddivisi tra le due giornate inaugurate, il 24 novembre alle 17.30, da , l’intellettuale urlante che in tivvù tifa Juventus.

Il , esposto a Posteria fino all’immediata vigilia dell’asta, prevede lotti per tutti i gusti a prezzi svariati. Con un minimo di 500 Euro potreste garantirvi una tavola originale di un Magnus di annata mentre se volete assicurarvi un book numerato e autografato da Andrea Pazienza gli euro da tenere pronti dovranno essere un po’ di più. Non mancano ovviamente i prezzi cult. Il , datato 1947, ha un valore di partenza di oltre 3500 Euro. 1000 euro in più se invece puntate a portarvi a casa .
Tra collezionisti, nostalgici e curiosi non mancherà l’occasione per vedere aste serrate e affari d’oro.

Alla luce dei valori esposti in vi fornisco un solo consiglio, se avete un nonno che vuole svuotare la cantina dai vecchi fumetti, convincetelo che esistono canali migliori per riciclare quella che, secondo lui, è solo cartaccia. I canali per mettere in vendita i vostri ricordi sono molteplici.
Ricordate, se siete neofiti, che molto del loro valore dipende da chi li desidera, un po’ come funziona con Kaka, comprato, nel nostro fantacalcio, a 105 fantamilioni… più di due Van Gogh!

di Francesco Cascione

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin