Magazine Martedì 14 novembre 2006

Vibrisselibri: nuovi autori dal web

Magazine - «Molti testi non riescono a passare attraverso le maglie dell’industria editoriale, il mio scopo è portarli alla pubblicazione, e magari al successo». Giulio Mozzi, una carriera nel settore dell’editoria, creatore del blog letterario www.vibrissebollettino.net , presenta così il suo ultimo progetto: . Si tratta di una casa editrice con tutti i crismi, solo che invece di agire in modo tradizionale, utilizza il web per far conoscere i testi. «Ma l’obiettivo finale è sempre la carta», precisa Giulio, tanto che il loro motto è: la carta non è tutto ma aiuta.

È un po’ quello che sta succedendo anche nel mondo della musica, in cui è sempre più frequente sentire tormentoni nati nel web e pescati lì dalle major della discografia. «La grossa differenza - continua Mozzi - sta nel lavoro. La musica propone soprattutto autoproduzioni, anche se di buona qualità. Noi siamo a tutti gli effetti una casa editrice: cerchiamo, leggiamo, editiamo, impaginiamo. Alla fine presentiamo un prodotto finito a chi vuole pubblicarlo».

Attraverso il suo blog, ormai un punto riferimento nazionale per chi bazzica nei libri, ha lanciato un appello. «A giugno ho scritto: io ho quest’idea, chi ci sta? Hanno risposto in cinquanta, in parte persone che già lavorano in questo campo, altre no. In tre mesi, grazie al loro impegno – gratuito - abbiamo iniziato». È stato allestito un comitato di lettura, uno di redazione, un ufficio stampa, il sito (ovviamente). Pronti via: il 16 novembre l’iniziativa è stata presentata a Roma.

Le prime due pubblicazioni rendono subito chiaro il livello dei testi proposti. Iniziamo da L’organigramma di Andrea Comotti. Verrà pubblicata online la prima parte di questo romanzo di fantapolitica: El largo Adiós. «È una storia fantastica che dà corpo a tutte le ipotesi e le leggende uscite sulla strage di piazza Fontana in questi anni», dice Mozzi. Un po' di trama. Un investigatore-giornalista compra una casa sul lago; lì trova, in un’intercapedine, alcune foto relative alla giornata della strage, con molti primi piani. Scoprirà in seguito che i personaggi ritratti in quelle foto sono tutti morti poco dopo l’attentato.

L'altro libro è Una tragedia negata. Il racconto degli anni di piombo nella narrativa italiana di Demetrio Paolin. Ancora una volta gli anni terribili dello Stato italiano. «Paolin illustra come la narrativa abbia affrontato quegli anni - è ancora Giulio Mozzi a parlare – seguendo il filo della tragedia negata. In pratica, costata come ci sia stato una sorta di sdoganamento della violenza terroristica, fino alla sua negazione».

Vibrisselibri rappresenta la prima esperienza di questo tipo in Italia: «ma dobbiamo senza dubbio ringraziare chi ha reso possibile un’idea di questo tipo, come o , progetti che da anni usano la rete per offrire letteratura».

Sa volete saperne di più o avete uno scritto da proporre, andate su . Lì trovate tutte le informazioni necessarie.

di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Macchine mortali Di Christian Rivers Azione 2018 Dopo una guerra che ha devastato il mondo in sessanta minuti, ridefinendone addirittura la geografia, Londra è diventata una città predatrice, in movimento su enormi cingoli e armata di arpioni, che ha lasciato l'Inghilterra in cerca di... Guarda la scheda del film