Weekend Magazine Mercoledì 28 febbraio 2001

Geo Adventures

Tempo fa parlavo con un amico di queste miniere abbandonate dietro Sestri Levante. Mi raccontava che da ragazzino, con alcuni amici, ne aveva esplorato alcune piccole parti prendendosi rischi veramente orrendi.
Potrebbe essere interessante organizzare delle visite guidate, si diceva.
Evidentemente qualcuno ci aveva già pensato. A ottobre 2000 è nata Geo Adventures, un progetto che mira a valorizzare le antiche miniere della Val Graveglia, vicino a Lavagna, realizzando una sorta di museo minerario all’aperto. Ma più che un associazione di guide Geo Adventures sembra essere un parco a tema realizzato con notevoli investimenti. Utilizzando infrastrutture in parte già esistenti gli organizzatori si propongono di rendere i tunnel e le strutture visitabili da parte di chiunque.
Non ci sono ancora stato di persona, ma alla fiera Primavera ho parlato un po’ con uno dei responsabili. Ci sono diverse modalità di visita.
La prima, quella che si può definire di base, prevede un'escursione in trenino, che ripercorre le vie originali in modo più confortevole, con parti anche a piedi. Un'altra è quella cosiddetta off-limits, più impegnativa, nella quale si vaga in un area delimitata, privi di guida, liberi di esplorare ogni anfratto. All’interno: cunicoli, scale e passatoie.
Infine, quella che più mi ha incuriosito, una visita scientifico-tematica, rivolta ad un pubblico di appassionati e studenti. Per prenderne parte bisogna contattare la direzione la quale fornisce una guida specializzata. La visita si svolge anche fuori dai percorsi abituali: all’interno o, se necessario, anche all’esterno, nel bellissimo Parco della Val d’Aveto. Non ci sono tappe obbligate ne una durata fissa. E’ possibile scegliere tra molti temi: la speleo-biologia, la mineralogia, o la formazione di determinate concrezioni.
Come sempre in questi posti l’aria è umida a circa 18C. Si consigliano scarponcini e stivali. Un mantellina ed un casco sono comunque forniti dalla direzione, giusto per non tornare bagnati o lesionati da una testata.
I prezzi variano a seconda dei programmi scelti. La visita base, tanto per darvi un idea, costa 16.000 lire e dura due o tre ore. Sono previste riduzioni e sconti per gruppi.
Per arrivare alle miniere si esce a Lavagna, si prende per Cogorno, poi Reppia e si segue alla fine l’indicazione “Miniera di Gambatesa”. Da Genova in auto ci vorrà circa un ora.
C’è anche un sito Intenert, molto ben fatto e con diverse informazioni: minieragambatesa.it
In parte è ancora in costruzione ma troverete tutto l’essenziale.
Conto di andarci presto. Ovviamente vi farò sapere.

Oggi al cinema

Anni ruggenti Di Luigi Zampa Commedia Italia Guarda la scheda del film