Magazine Venerdì 15 settembre 2006

Una sera con Pulsatilla

da Fnac con tra il pubblico la spettacolare e insieme il sosia giovane intelligente e capace di espressione in lingua italiana di e la sorella minore e italiana di .
Basterebbe, ma il vostro cronista mondan-genovese prediletto pensa ai suoi lettori e, accolto l’invito dell' , chiacchiera un’oretta e un quarto con la divina del blogghismo post-intellettual-femminista italiano, cioè l’imprevedibilissima .

Qui, gentili lettori, il vostro scomodo corrispondente vi ha raccontato perché con Pulsatilla, se non si viene alle mani e basta.
Pulsatilla è una di quelle che e infatti cita come a me succede di nominare, con ostentata disinvoltura, o al mio ottimo ospite genovese Mario .

Ciò non ostante, ella ha la scioltezza di lingua di una giovane ed è fresca come Annamaria Ferrero. Un’ora e mezzo scoppiettante di domande, attorno beninteso al di lei libro d’esordio, cioè l’imprescindibile . Alla fine, dopo congruo aperitivino al bar della Fnac, guidati dall’ubiquo amico mio Mario, cena sontuosa ed economica alla di fianco alla piccola epperò maestosa basilica di San Cosimo.

Grande e maestoso, lì al ristorante, e soprattutto le pennette alla Mandragola, che il vostro cronista, stanco ma felice, ha diviso con Pulsatilla, . Sotto si torna a casa col Mario, felice il vostro gazzettista frivolo d’avere intrattenuto una fitta platea e più di aver conosciuto Pulsa, !
di Giovanni Choukhadarian

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film