Strasse e papè a Camogli - Magazine

Mostre Magazine Venerdì 8 settembre 2006

Strasse e papè a Camogli

Nella foto in alto: la galleria di via al Molo 20
in basso: Laura De Cet
© Michele Lepera

Magazine - Metti un pomeriggio a Camogli. Metti una passeggiata sul molo e uno sguardo ai negozietti e alle gallerie d’arte che colorano la passeggiata. Impossibile non far caso al piccolo ma suggestivo spazio che ospiterà, fino al 30 settembre 2006, Strasse e papè, la mostra fotografica curata da Laura De Cet e Nicoletta Tienforti.
Quando la incontro, Laura sta leggendo un libro sulla porta del suo piccolo spazio artistico. Ma quando arriva il momento di mostrarmi le sue creazioni i suoi occhi si illuminano. Ha 22 anni e una grande passione: «da pochi anni mi dedico alla fotografia. Ho frequentato lo IED di Torino ed oggi sono tornata a Camogli per mettere a frutto ciò che ho imparato», spiega.

I tredici scatti che compongono l’allestimento parlano di lei e di un momento della sua vita piuttosto difficile: «ho voluto descrivere la mia anima a modo mio, fotografando ciò in cui mi identifico». La prima foto, infatti, raffigura un tramonto che Laura definisce “tormentato”: «i colori sono accesi; dominano il rosso e l’azzurro, che trasmettono una sensazione di ansia».
Nello scatto successivo Laura ha immortalato il suo anello preferito, «quello che non tolgo mai. Mi rappresenta perché ha un aspetto puntiglioso, proprio come sono io». Poi un po’ di tecnica: il viso di una donna, le sue mani sono tra i capelli: «una visione disperata della vita. Una foto realizzata sovrapponendo più piani».
Dal tormento delle prime immagini alla malinconia di un palazzo torinese - «quello in cui abitavo» - imbiancato dalla prima neve invernale. Poi spazio alla speranza, rappresentata da una rosa rossa che galleggia sull’acqua. «Ho abbinato infine la mia pace ritrovata ad una bottiglia di Becks, la mia birra preferita, abbandonata in una soleggiata via di Recco».

Alle fotografie di Laura sono affiancati i lavori a maglia di Nicoletta: 45 anni, aspetto giovanile, la mamma di Laura produce maglioni, sciarpe e vestiti per bambini da circa vent'anni. In occasione della prima mostra di Laura, Nicoletta ha acconsentito ad esporre anche lei i suoi lavori. «Sogno di aprire un negozio tutto mio», confessa. Per ora potrete acquistare i suoi prodotti di maglieria artigianale chiamando il numero 333 2085139, oppure il 340 3465075. Tra Laura e Nicoletta c’è grande feeling: «è come se fossimo due amiche. Abbiamo un rapporto splendido».
Nei sogni di Laura c'è ancora la fotografia: «uno dei miei progetti coinvolgerà ancora Camogli. Lo scorso maggio, infatti, ho scattato alcune foto in bianco e nero durante una rassegna teatrale itinerante».

La mostra Strasse e papè si trova in via al Molo 20 (Camogli) ed è visitabile fino al 30 settembre 2006.

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero