Magazine Lunedì 28 agosto 2006

Odio e amore in finale a Rapallo

Magazine - Rapallo (GE). Erano 78, sono rimaste in 3. Sono le finaliste alla 22^ edizione del Premio letterario nazionale “Rapallo Carige” per la donna scrittrice, scelte dalla Giuria dei critici presieduta da Leone Piccioni. Il nome della vincitrice sarà svelato in un gran finale venerdì 1 settembre, alle 17, nel giardino di Villa Tigullio, a Rapallo. A condurre la giornata la giornalista Monica Maggioni alle prese con i diversi talenti letterari di Silvia Ballestra in finale con La seconda Dora (Rizzoli, 2006): storia d’amore ai tempi delle dittature e delle persecuzioni razziali in Europa; Silvia Di Natale, finalista con L’ombra del cerro (Feltrinelli, 2005): un intreccio di vite, amori, eroismi e sacrifici sullo sfondo della Resistenza sull’Appennino tosco-emiliano; Isabella Santacroce giunta in finale con Zoo (Fazi editore, 2006): l’inferno di una famiglia dove l’amore assoluto e l’odio cieco deragliano verso una distruzione patologica senza prigionieri.
Le opere della terna verrano ulteriormente sottoposte al giudizio di 10 critici della Giuria “tecnica” (composta, oltre che da Leone Piccioni, da Romano Battaglia, Mario Baudino, Isabella Bossi Fedrigotti, Francesco De Nicola, Elvio Guagnini, Claudio Marabini, Ermanno Paccagnini, Mirella Serri e Pier Antonio Zannoni) e alla selezione di 50 lettori della Giuria “popolare”.

Accanto al contendersi delle tre finaliste, la scrittrice Ornela Vorpsi riceverà il premio opera prima per il romanzo Il paese dove non si muore mai (Einaudi, 2006): una ragazzina alle prese con la sua metamorfosi e il divenire donna mette a nudo le contraddizioni dell’Albania, paese d’origine dell’autrice, attraverso le sue personali vicende. Fuori concorso e nel sessantesimo della Repubblica Italiana, un'altra donna di grande spessore culturale e politico, Tina Anselmi riceverà insieme alla coautrice Anna Vinci il premio speciale dell’Organizzazione per Storia di una passione politica (Sperling & Kupfer, 2006). Il libro ripercorre i momenti salienti del lungo impegno civile e politico della parlamentare veneta, a cominciare dalla sua attiva partecipazione alla Resistenza quando era ancora studentessa delle magistrali.
Accanto alle autrici, gli attori Gaia De Laurentis e Emilio Solfrizzi, insieme alla cantante Ivana Spagna - madrina della manifestazione - animeranno la giornata con letture di brani dei libri premiati.

Le scrittrici finaliste:

Nata nelle Marche, l'autrice che vive e lavora a Milano, ha esordito giovanissima, nel 1990, nel terzo volume dell’antologia “Papergang, Under 25”. È del '91 la raccolta di racconti Compleanno dell’iguana, (Mondadori e Transeuropa) e del '92 il romanzo La guerra degli Antò (Mondadori e Transeuropa). Nel 1999, proprio su questi libri Riccardo Milani ha impostato la regia del film La guerra degli Antò. Nel '98, intanto era uscito La giovinezza della signorina N.N., una storia d’amore” (Baldini e Castoldi, 1998), e primo romanzo della trilogia di Nina, cmposta da Nina (2001) e Il compagno di mezzanotte (2002). Per Feltrinelli, ha pubblicato nel 1994 la raccolta Gli orsi e la lunga intervista con la scrittrice Joyce Lussu, Joyce L., una vita contro. Nel 2005 è uscito “Tutto su mia nonna”, (Einaudi ). È traduttrice dal francese e dall’americano.


Sociologa, genovese di nascita si trasferisce presto in Germania, dove tuttora vive e lavora. Risale al 2000 il suo esordito con il romanzo Kuraj (Feltrinelli), vincitore del premio “Bagutta opera prima” e del premio “Donna città di Roma” - tradotto in diversi paesi europei. Nel 2004 arriva in libreria Il giardino del luppolo, (Feltrinelli) e nel 2006 con L’ombra del cerro è vincitrice del premio “Grinzane Cavour per la narrativa contemporanea italiana edita”. Come sociologa ha condotto ricerche sui braccianti dell’Andalusia, sui pastori sardi e sull’aggressività giovanile. È nota anche come scultrice: marmo, terracotta, bronzo, legno.


Scrive e vive da sempre a Riccione. Fluo. Storie di giovani a Riccione (Castelvecchi 1995, Feltrinelli 1999), ha segnato il suo esordio ed è anche il primo titolo della “Trilogia dello spavento”, completata negli anni successivi con Destroy (Feltrinelli, 1996) e Luminal (Feltrinelli, 1998). Prima di Zoo, ha pubblicato: Lovers (Mondadori, 2001), Revolver (Mondadori, 2004), Dark Demonia (Mondadori, 2005). Nel 1997 ha dato vita, insieme ad alcuni giovani scrittori, al movimento filosofico – letterario “Nevroromanticismo””. Con la cantautrice Gianna Nannini ha collaborato alla stesura dei testi degli album “Aria” e “Momo alla conquista del tempo”, colonna sonora dell’omonimo cartone animato di Enzo D’Alò.

Premio “opera prima” Ornela Vorpsi “Il paese dove non si muore mai”, Torino, Einaudi, 2005. E’ nata a Tirana. Ha studiato belle arti nel suo paese poi a Milano all’Accademia di Brera. E’ fotografa, pittrice, videoartista. Dal 1997 vive a Parigi, ma la sua lingua di scrittura è l’italiano. Con “Il paese dove non si muore mai”, il suo primo libro, ha vinto anche il premio “Grinzane Cavour – autore esordiente” 2006.

Premio speciale dell’Organizzazione nel 60^ della Repubblica Italiana

Tina Anselmi è nata e vive a Castelfranco Veneto. Il suo impegno civile e politico è iniziato con la Resistenza e proseguito, dopo la guerra, nel sindacato e all’interno della Democrazia Cristiana. Deputato dal 1968 al 1992, anno in cui si è ritirata dalla vita parlamentare, nel 1976 è stata nominata ministro del lavoro e, successivamente, per due volte, ministro della sanità. È stata presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla loggia massonica P2 e della Commissione nazionale sulle conseguenze delle leggi razziali sulla comunità ebraica.
Anna Vinci è nata e vive a Roma. Ha lavorato per la Rai come autrice, collaboratrice e conduttrice di rubriche e trasmissioni, sia radiofoniche che televisive. Ha pubblicato diversi romanzi, tra cui Restituta del porto (2002), Marta dei vocabolari (2002) e Il signore del sorriso (2003).

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film