Magazine Lunedì 26 febbraio 2001

Trecision

Rapallo come Las Vegas.
È proprio nella calda cittadina della Riviera Ligure, per lo più popolata da matusa, che nel 1991 tre baldi giovani, con la passione per i video games, decidono di popolare il mondo dei video giochi con le loro creature.
Nasce così la TRECISION che come in una specie di cyber favola, dal nulla, crea le membra di mostri e avventurieri da joystick.
Il successo e i soldi hanno sommerso i giovani imprenditori grazie a Nightlong, versione riveduta e corretta, in chiave interattiva, di Blade Runner. Tutto è accaduto lo scorso anno, ed è da allora che si è avviato il “nuovo corso” della Trecision, con un programma di ampliamento del personale e di ristrutturazione che comprende un bel po’ di progetti.
Qualche giorno fa è capitato a mentelocale Stefano Sartini, appartente al team della Trecision: l’ho bombardato di domande, non potendo trattenere spasmi di curiosità per una realtà di provincia che è riuscita ad accaparrarsi un posto al centro d’Europa.

Quali sono i nuovi progetti a cui la Trecision sta lavorando in questo momento?
“Il primo grosso progetto è quello del PUSH PLAY. È un’invenzione brevettata dalla Trecision in cui si prevede di mettere ON-LINE videogiochi, identici dal punto di vista della qualità a quelli off-line. L’utente potrà giocare pagando un prezzo molto inferiore rispetto a quello dei giochi “classici”: on-line pagherà il tempo di gioco, come se si servisse di una specie di ricarica. Un’altra iniziativa su cui Trecision sta puntando molto è il LAUNCH PAD che ha come obiettivo quello di scovare programmatori e designers italiani emergenti con un progetto nel cassetto. La Trecision metterà a disposizione di chi presenterà i progetti ritenuti più validi, un supporto organizzativo, tecnico e commerciale.
State lavorando su giochi nuovi?
Certo, il gioco su cui ci stiamo concentrando in questo momento è THE WATCHMAKER la cui uscita è prevista per luglio. Si tratta di un’avventura basata sulla suspence, in cui esplorazione ed enigmi prendono il posto dei combattimenti e dello SPARA e AMMAZZA, che in Italia va per la maggiore.
Ma come nasce un video gioco?
Per ogni progetto si decide quale TEAM riunire e quali risorse impegnare, anche a livello di macchine. Il Team crea la storia, una specie di soggetto su cui il designer “capo” decide atmosfere, luogo e stile.”
Da chi è composto il TEAM CREATIVO?
“In un team c’è sempre qualche programmatore che crea il codice macchina per far “girare” il gioco e due o tre esperti 3D e qualche grafico, tra cui ci sono i “famosi” creativi, cioè quelli che hanno le idee e le sviluppano su carta, con carboncino e matita. È importante anche la presenza del tecnico AUDIO che inventa suoni e musiche.”
Quanto tempo è necessario per iniziare e finire un GIOCO?
“Come minimo un anno. E comunque si lavora a più giochi contemporaneamente”.
Qual è il TARGET dei giocatori da Play Station?
“Non solo ragazzini. Ci sono anche molti quarantenni, che però si rivolgono soprattutto ai giochi più impegnativi dotati di PLOT avvincenti e molto interattivi”.
E le donne giocano?
“No, si tratta di una buona parte dell’utenza potenziale. Ma è una mercato che sembra irraggiungibile”.
Alla Trecision ci sono donne che inventano i giochi?
“La risposta è no, anche questa volta. Da noi le presenze femminili sono concentrate nel reparto segreteria e pubbliche relazioni.
Ma non pensi che introdurle nel processo di CREAZIONE possa aumentare le possibilità di successo tra il “gentil sesso”?
“Certo ma sembra che le grafiche non si interessino a questo tipo di attività. E comunque è sicuro, che da noi, la scarsa presenza di donne non è dovuta ad alcun tipo di discriminazione: la Trecision vuole con sé i migliori, questo è tutto ”.


Ultimamente l'azienda ha assorbito la PIXELSTORM di Napoli, leader nello sviluppo di titoli da PlayStation (vedi PUMA STREET SOCCER) e la MOTHER BRAIN ENTERTAINMENT di Milano. Mentre per quanto riguarda le nuove assunzioni, il “rapimento” di Rick Gush, che ha mollato Las Vegas dove da anni lavorava per i Westwood Studios (all’attivo: DUNE 2 e molto altro) per trasferirsi dalle nostre parti, è stato un colpaccio.
Teneteli d'occhio.

www.trecision.com
di Daniela Carucci

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Un affare di donne Di Claude Chabrol Drammatico Francia, 1988 Guarda la scheda del film