Magazine Martedì 1 agosto 2006

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine -

Ma perché lo amo?
Lo amo immensamente e non so perché. L'ho amato per 4 anni ininterrottamente, ma non è bastato. Lui oggi ha un'altra relazione, ma non riesce a staccarsi completamente da me. Si dimostra geloso di ogni mia possibile relazione, mi chiama 3 volte al giorno, si preoccupa per me.
Dovrei mandarlo al diavolo, ma lo amo, è l'uomo della mia vita. A 36 anni ho capito che è solo lui che voglio accanto a me.
Ho rispettato la sua decisione, gli ho voluto bene e l'ho lasciato andare. Si dice che se si ama davvero si lascia libera la persona ed io pur soffrendo l'ho fatto. Ora non posso più continuare. Lo amo troppo, lo voglio con me, voglio una vita con lui, con mia figlia e con i nostri figli.
Come si fa a capire se ciò che lui prova per me è amore ma ne ha paura, o se è solo un volermi bene?
Come posso aiutarlo a far chiarezza dentro di sé e a prendere consapevolezza dei suoi sentimenti?
Per favore, non ditemi di lasciar perdere, di farmene una ragione, lo so anche io che dovrei, ma combatterò finché ne avrò la forza per questo amore che non è mai davvero finito.
Grazie
Al

cara Al,
vabbè, non te lo dico. Ti dico dell’altro anche se le conclusioni saranno probabilmente le stesse.
Innanzitutto non spieghi la vostra situazione. Parli di una figlia, l’hai fatta con lui? parli di altri figli, sono ipotetici e vorresti farli con lui?
Perché?
Cara, mettiti tranquilla e rispondi a questa domanda dato che non lo hai spiegato né a me né agli altri lettori. Perché vuoi quest’uomo a tutti i costi? Perché lo ami? Cosa significa –per te- amare? Perché desideri accanto a te qualcuno che non ti vuole? Ahimè, è così, non esiste uomo al mondo –e l’ho già scritto- che abbia paura dell’amore, è una delle scuse più usate per scaricare una donna senza farla sentire umiliata, anzi, per inorgoglirla e farla sentire potente. Sino a che ci pensa su per davvero, con freddezza e capisce di essere stata ingannata.
Non basta, la gelosia non è mai un segnale positivo e di sicuro non è segno d’amore. È solo desiderio di possesso, che è una cosa dalla quale bisogna fuggire il più in fretta possibile. Anche se, per caso, siamo noi a provarlo senza rendercene davvero conto. Sì, pensaci bene e non confondere l’amore con il bisogno di possedere una persona o con l’orgoglio ferito perché sei stata preferita a un’altra.

Concludo: quando una donna è molto determinata, di solito riesce a ottenere ciò che desidera intensamente. Non mi hai dato elementi per suggerirti una strategia, ma non importa, credo che tu conosca bene il tuo uomo. Quindi è probabile che alla fine troverai il sistema giusto. Devi però tenere conto che è praticamente impossibile tenersi una persona che in fondo non ci ama più, che non ha scelto di stare con noi, ma si è ritrovata in trappola.
Così non ti dico di lasciare perdere, ma ti consiglio di aspettare di essere scelta come tu hai scelto lui. Le cose funzionano solo con la reciprocità.
Ti faccio tanti auguri,
Antonella

Leggi la su mentelocale.it

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Arrietty Di Hiromasa Yonebayashi Animazione Giappone, 2010 Sotto il pavimento di una grande casa situata in un magico e rigoglioso giardino alla periferia di Tokyo, vive Arrietty, una minuscola ragazza di 14 anni, con i suoi altrettanto minuscoli genitori. La casa è abitata da due vecchiette, che naturalmente... Guarda la scheda del film