Concerti Magazine Giovedì 13 luglio 2006

Chordewa: tanta voglia di suonare

Ho avuto l'occasione di vedere le Chordewa dal vivo un paio di volte, ma oggi ho avuto l'occasione di sentirle attentamente.
Il loro suono sembra oscillare tra il primo grunge e una fortissima componente doom (in quest'ottica azzeccata "Theathe"), anche se la cantante dà l'idea di avere un altarino dedicato a P.J.Harvey in camera, tanto sembra rifarsi a certi modi di cantare della cantante inglese, con la sola eccezione di "The Battle", che lascia intuire una passione per le prime Hole.

A volte belle intuizioni come il tribale inizio di "Exotic Storm" non vengono sfruttate fino in fondo e "The Wound Bleends" non mi convince fino in fondo. Il resto del demo ha quei difetti tipici di un gruppo che necessita di suonare dal vivo e che l'attività live tende solitamente a pulire via.
Consiglierei ancora di dare una ripassata alla pronuncia della lingua inglese (a volte un po' zoppicante), ma sono minuzie.

Qui c'è passione e voglia di suonare e soprattutto una personalità ancora da svilupparsi ma già delineata, e sono convinto che, con qualche piccola correzione, abbiano un futuro luminoso (anche se, a giudicare dai suoni, direi che sono più attratte dall'oscurità).

Genere: grunge/doom
Lingua: inglese

Tracklist:

1 Chordewa

2 Exotic Storm

3 Theathe

4 The Battle

5 The Wound Bleeds

Sito ufficiale: chordewa.altervista.org

Contatti: www.myspace.com/chordewa

Giulio Olivieri

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Miracolo a Milano Di Vittorio De Sica Fantastico Italia, 1951 Guarda la scheda del film