«I tassisti non sono tutti dei santi» - Magazine

Attualità Magazine Mercoledì 12 luglio 2006

«I tassisti non sono tutti dei santi»

Magazine - Va bene che mentelocale.it non si occupa di cronaca. E va pure bene che è super partes anche per quanto riguarda la politica. Però non potevamo non occuparci di una questione davvero scottante, come è quella che coinvolge il governo e i tassisti italiani, che negli ultimi mesi combattono contro la liberalizzazione del sistema delle licenze pensata dal ministro per lo Sviluppo Pierluigi Bersani. Se verrà attuato, il nuovo decreto permetterà ad esempio a un soggetto di possedere e gestire più di un taxi.
I tassisti non sono d’accordo e hanno dato vita a lotte e proteste. Avremmo potuto fare un giro per Genova e chiedere un parere ai tassisti, oppure dare un chiamo al Comune per vedere a che punto stanno le trattative. Ma noi di mentelocale.it abbiamo un amico che sapevamo ci avrebbe spiegato la situazione a modo suo. Il suo nome è .

Tassista di notte da una vita su Laser 54, Lorenzo Carmigliano detto Il Meraviglia – «perché da giovane lavoravo in una rosticceria e, durante un pranzo, ho preparato una porchetta meravigliosa», mi ha spiegato – è una vecchia conoscenza del nostro web magazine: lo abbiamo intervistato per ben due volte ( e per leggere gli articoli), e grazie a noi il Meraviglia è finito in televisione: «incuriosita dall’intervista in Rete, Irene Pivetti mi ha voluto ospite alla sua trasmissione “Fa la cosa giusta”, e per me è stata una gran bella esperienza».
Oggi il Meraviglia ha 70 anni e le questioni che coinvolgono i colleghi tassisti lo toccano relativamente: «non è che me ne freghi tanto», commenta infatti con la sua solita schiettezza, «sarò anche un po’ egoista, ma sono 46 anni che faccio il tassista di notte e i soldi per far vivere bene me e la mia famiglia li ho fatti. Ho una casa grande e tante TV, ne ho una pure in bagno! Certo, ogni tassista si arrangia come può, molti se ne approfittano e con i turisti fanno correre il tassametro più del dovuto…», confessa, ma poi esprime un'opinione seria sul nuovo decreto: «per me è un’idiozia. Io ho sempre votato a destra e i colleghi che hanno dato fiducia alla sinistra oggi si sono pentiti. Mi sembra che questa soluzione sia arretrata. Certo, sarebbe necessario concedere più licenze in quelle città dove il servizio è carente. A Roma, ad esempio, ci sono pochi taxi e tutti troppo costosi: un collega aveva una mano che sembrava un polipo!». Un commento su Berlusconi? «È un grande bottegaio che dà a tutti quello che vogliono».

E Il Meraviglia non può fare a meno di discutere la questione con i suoi utenti notturni: «sono loro che mi chiedono notizie», spiega, «e in genere si schierano dalla nostra parte».
Già, Genova di notte. Ma oggi è una città che si può ancora definire tranquilla? «Genova è una città a misura d’uomo. Tutti i giorni tranne il sabato, perché in giro ci sono troppi ubriachi: sun tremendi! Nun han educasiun!».
Prima di andare a dormire, in attesa della lunga notte che anche oggi lo attende, il Meraviglia mi rivela: «da anni mi sto dedicando alla scrittura di un libro di aneddoti e storie che riguardano il mio lavoro. “La fucina dei tassisti è un laboratorio di maturità”», mi dice come fosse una citazione, «io poi non mi faccio mai i fatti miei, e la gente con me si apre e mi racconta le proprie storie. Infatti a me pare di aver vissuto tutto; e come diceva Alberto Sordi ne “Il tassinaro”, quando torno a casa è come entrare in un mondo pulito: fuori, invece, c’è tanto sporco. Bisogna fare il tassista di notte per capirlo».

Ma quando uscirà questo libro di vita vissuta? «Quando sarà il momento lo pubblicherò a spese mie. E vorrei che, leggendolo, la gente diventasse un po’ più buona».

Potrebbe interessarti anche: , PEC facile per tutte le aziende con un software di progettazione interamente italiana , Come abbattere le barriere architettoniche con i montascale per disabili , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica