Il Politeama tra risate e solidarietà - Magazine

Teatro Magazine Venerdì 7 luglio 2006

Il Politeama tra risate e solidarietà

Magazine - Genova. Luglio è appena agli inizi e a nessuno viene in mente di pensare al prossimo ottobre, quando i costumi da bagno saranno ormai un vago ricordo. A nessuno, tranne che a Savina Savini e Danilo Staiti, direttore artistico del Politeama Genovese.
Loro, infatti, hanno già preparato il cartellone per la prossima stagione del teatro, che avrà inizio ad ottobre 2006 e terminerà a maggio 2007.

Una tredicesima stagione che oggi, venerdì 7 luglio, è stata presentata dall’assessore alla cultura della giunta provinciale di Genova . Chi è assistito da associazioni di volontariato avrà la possibilità di vedere gratuitamente gli spettacoli del Politeama: «il teatro è un luogo privilegiato, dove uomini e donne si incontrano, si divertono e riflettono», spiega Castellani, «noi lottiamo per un teatro solidale».

Margherita Rubino, presidente dell’Associazione I Buonavoglia, ha raccontato il nuovo ciclo di incontri che avranno luogo al Politeama da ottobre, «e che questa volta riguarderanno la filosofia», ha spiegato. Teatro e filosofia vedrà l’incontro di un grande filosofo – che introdurrà un tema o un problema – e di attori di prosa o comici che interpreteranno a modo loro l’argomento trattato, con letture e brani di teatro. Seguirà poi un dibattito che coinvolgerà anche il pubblico.
Ad aprire il ciclo sarà, mercoledì 11 ottobre alle 21, Emanuele Severino, che parlerà di contraddizione e dolore. Poi sarà la volta di Giulio Giorello, , Gianni Vattimo e Massimo Cacciari. Ci sarà anche (martedì 12 dicembre), che tratterà la bellezza e la seduzione in un approccio più filosofico che letterario.

In cartellone anche lo spettacolo di Butterfly Bazar, nell’ambito del Festival della Scienza 2006. «Ma con il Politeama organizzeremo anche un anticipo del Suq», ha aggiunto l’attrice genovese, «Genova sta cambiando ed è sempre più meticcia. Vogliamo dare modo anche a queste nuove genti di avvicinarsi al teatro, perché possano sentirsi maggiormente rappresentate».

Come ogni anno, il Politeama darà molto spazio ai musical internazionali. La stagione parte infatti con Mina… che cosa sei?!?, «il miglior musical argentino dell’anno», ha spiegato Staiti. Torna Jesus Christ Superstar nella versione italiana della Compagnia della Rancia e arriva Vanessa Incontrada, interprete di Alta società, per la regia di Massimo Piparo.
Interessante il nuovo Squali, di Paola Conte e Alberto Luca Recchi: più che un musical, un esperimento, con l’ausilio di effetti speciali mai visti prima a teatro. Torna poi Loretta Goggi con uno spettacolo tutto suo.

Tra i comici, Cochi e Renato, , , , Paolo Migone, , Massimo Lopez, , ed Enrico Brignano, a Genova per la prima volta.
E poi due classici cinematografici che diventano piéce teatrali: Sabrina, con Corrado Tedeschi e Tootsie, con Marco Columbro e Chiara Noschese. Spazio anche alla danza, con Aeros, spettacolo coreografato da Daniel Ezralow, David Parsons e Moses Pendleton; Nogravity è una novità assoluta: grazie ad una sofisticata macchina teatrale, infatti, i danzatori sembrano ballare sospesi nell’aria. Tornano i Momix, con Sun Flower Moon: uno spettacolo visionario e notturno. Da non perdere l’ultima creazione di David Parsons, Parsons dance.
Infine, la compagnia Kitonb propone la sua danza acrobatica, in uno spettacolo di impatto immediato.

Non mancherà il tango di Erica Boaglio e Adrian Argon, che con Pasiones raccontano sotto forma di musical l’Argentina di oggi; e ancora il flamenco di Antonio Marquez e il balletto classico di Mosca, con Lo schiaccianoci. Imperdibile la serata dedicata al gospel sudafricano e poi il classico appuntamento natalizio con la , che presenta Quando meno te lo aspetti.
Per ora è tutto, «ma non è detto che durante l’estate non ci siano novità e che altri spettacoli non si aggiungano al cartellone». Il prezzo dell’abbonamento resta invariato rispetto agli anni scorsi, ma per chi si abbona nel mese di luglio è previsto uno sconto.

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin