Concordia: come al Luna Park - Magazine

Mostre Magazine Giovedì 6 luglio 2006

Concordia: come al Luna Park

Nella foto in alto, l'interno della Costa Concordia
in basso: l'opera di Wal

Magazine - Un mondo a parte, un enorme flipper di cui ci si trova ad essere palline impazzite, tra colori, luci e stravaganze. Più o meno questa è la sensazione che prova il passeggero della nuova Costa Concordia entrando in questa città navigante: un Luna Park cui manca solo lo zucchero filato. Già, perché questa ammiraglia pesa ben 112mila tonnellate ed è la più grande nave passeggeri battente bandiera italiana.
Le novità della Concordia - costruita a Sestri Ponente da Fincantieri - sono davvero molte e tutte puntano sulla tecnologia più avanzata, a cominciare dalle due piscine dotate di copertura semovente di cristallo, fino al maxi schermo cinematografico di 18 mq. E per gli appassionati di Formula 1, c’è un simulatore di Gran Premio che riproduce la corsa di una vera monoposto da gara.

Tante meraviglie in un ambiente tanto lussuoso quanto kitsch, ed oggi – giovedì 6 luglio - il ritorno sulla terra ferma al termine della conferenza di presentazione dedicata ai giornalisti è stato piuttosto brusco.
La discoteca della Concordia è dotata di pista da ballo fluorescente, c'è poi un teatro in piena regola e il Centro Benessere – il più grande che sia mai stato costruito su una nave da crociera – ospita una collezione di xilografie giapponesi di Hokusai.

Deus ex machina del progetto è Joe Farcus, architetto di Miami e guru nella progettazione delle navi da crociera. Farcus ha voluto ricreare una Las Vegas galleggiante, dove gli ospiti si divertano e si sentano a proprio agio.
Ma la vera novità della Concordia è la sua collezione di arte contemporanea. «Più che una novità, una tradizione», ha precisato Fabrizia Greppi di Costa Crociere, «da sempre, infatti, le nostre navi sono arricchite dalle collezioni artistiche. Quella di Costa Concordia comprende più di 6000 opere. Tra queste, numerosi pezzi di antiquariato».

Il curatore Nicola Salvatore, docente di pittura dell’Accademia di Brera, ha spiegato che «non è stato semplice mettere insieme 35 artisti provenienti da tutto il mondo». Tra loro, anche i giovani allievi delle principali Accademie d’Arte d’Europa.
«I temi ispiratori della collezione sono la concordia tra i popoli e il viaggio», ha proseguito Salvatore. Tra gli artisti italiani, Stefano Pizzi e Aldo Spoldi, con il suo “Viaggio nelle città europee”. Poi lo scultore Wal: il suo putto in bronzo dà un tocco di originalità e di freschezza alla zona piscina.
E poi alcuni lavori di Omar Galliani sul tema del blu oltremare: la spiritualità e la bellezza dei visi. Nelle cabine ci sono i pannelli in velluto di Michelangelo Salvatore, che rappresentano le architetture europee, e il dipinto di Inaki Bilbao, che ha raccontato la propria terra – la Spagna – utilizzando una tecnica barocca.
La Costa Concordia resterà a Genova fino a domani - venerdì 7 luglio - quando raggiungerà Civitavecchia per il suo battesimo. La crociera di vernissage salperà il 9 luglio; seguirà una crociera inaugurale di 9 giorni che toccherà anche Savona.

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero