Weekend Magazine Giovedì 29 giugno 2006

Parapendio: volere volare

Marco in volo con un passeggero sulle alture della Val Fontanabuona
Trovarsi per aria appesi ad un paracadute passa per un’esperienza forte, riservata a pochi. Ma il volo in parapendio, che prevede il decollo da rilievi senza la fase di caduta libera, è decisamente più accessibile. Anzi, è davvero alla portata di tutti nella modalità biposto, con un pilota esperto che conduce il volo. In Liguria non è un’attività diffusa; mancava qualcuno che si ingegnasse a trovare punti di volo idonei e imparasse a conoscere i giochi dei venti e delle correnti.
Ecco che entra in gioco Marco Bini, 40 anni, paracadutista sportivo dal 1982, con più di 1700 lanci alle spalle. È stato sempre Marco, due anni fa, a fondare un’associazione sportiva, Liguriadventure, che ha progressivamente allargato i propri orizzonti. Oggi sono in cinque a partecipare al progetto, tutti coinvolti in attività all’aria aperta, pur con impegni e specialità differenti.

Ma partiamo dal piatto forte di oggi, il parapendio, che gentilmente Marco mi ha invitato a provare sulle alture della Valfontanabuona, nei pressi di San Colombano, con un volo intorno al Monte Ramaceto (1342 mt slm). «È uno sport davvero emozionante e sicuro – mi spiega, mentre raggiungiamo la vetta percorrendo un breve sentiero nel bosco - le attrezzature sono ormai molto affidabili. Pensa che adesso, nel paracadutismo, il paracadute di emergenza ha prestazioni analoghe alla vela principale. Ma in tutta la mia carriera, anche se ho avuto qualche problema in voli singoli difficili, non ho mai avuto occasione di sperimentarlo».

Arriviamo in decollo, un grande prato, tenuto pulito dai soci, a 540 metri d’altezza che espone a sud: grandi pendii verdi, qualche pino e una strada solitaria che serpeggia alle spalle della cresta. Marco però non è ottimista sulle condizioni di volo, una sensazione che già mi aveva trasmesso quando ci siamo incontrati di prima mattina a Bogliasco... «L’aria è calda, con vento irregolare da nord. Non si vola in queste condizioni, ci vuole una leggera brezza di mare». Facciamo solo un po’ di manovre, qualche “gonfiaggio” che consiste nel far venire su la vela per controllare che sia tutto a posto e non ci siano intrecci. Pochi gesti che bastano a ricordare la mia precedente uscita in parapendio, qualche anno fa in Slovenia. Una corsa rapida e intensa con il cuore in gola giù da un pendio per poi sentire le cinghie della vela tendersi e ritrovarmi appeso come un sacco sopra pendii e foreste, a seguire la mia ombra 50 metri più in basso. È stata un’esperienza magica, anche se è durata solo venti minuti.

Marco mi conferma che è così per la stragrande maggioranza dei suoi passeggeri. «Sono tutti al settimo cielo. Si guardano attorno e parlano alla radio con i loro compagni a terra; non è necessario volare per ore per divertirsi, anzi….». La discesa, poi, è placida e lenta. «Il terreno si avvicina molto piano. Fai una corsetta nel momento in cui tocchi il suolo e sei a terra, sano e salvo». A questo punto non resta che fare fagotto dell’attrezzatura e rimettersi in moto, con il bus-navetta che è già arrivato sul punto di atterraggio. Qui in Liguria, il Centro Volo di San Colombano è l’unico dove si vola tutto l’anno, se le condizioni metereologiche sono buone. «Non ci sono stagioni proibitive ed è sicuramente uno dei punti migliori, per meteo e panorami, considerato che, facendo un po' di quota, si vede da Portofino a Sestri Levante – conclude Marco».

Se poi il volo non vi basta, come accennavo prima, ci sono le altre attività. Infatti, oltre a Marco, nella squadra di Liguriadventure.it figurano anche Beatrice, Francesca, Riccardo, Timothy e Bruno - papà di Marco - che seguono le altre attività: ci sono , trekking, alpinismo e vie ferrate, escursioni a cavallo. «Infine - ricorda Marco - faccio anche paracadutismo, che è stato il mio punto di partenza, ma il parapendio è sicuramente una proposta di maggior richiamo, più comoda per tutti».
Le proposte possono essere legate a soggiorni su misura, giornate multisports e tour gastronomici di vario genere.

I prezzi sono abbordabili: un volo, tutto compreso, viene a costare dai 65 agli 80 Euro a seconda delle formule. Poco meno una giornata di canyoning.
Per sperimentare un giro basta mandare un e-mail o contattare Marco e gli altri per telefono: www.liguriadventure.it . Ma muovetevi con un certo anticipo, che questa è una stagione di grande attività.

Oggi al cinema

Searching Di Aneesh Chaganty Thriller U.S.A., 2018 Dopo che la figlia sedicenne di David Kim scompare, viene aperta un'indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati:... Guarda la scheda del film