I caruggi si aprono al cinema - Magazine

Cinema Magazine Lunedì 15 maggio 2006

I caruggi si aprono al cinema

Nella foto, piazza Stella in un momento della serata

Magazine - Genova. Piazza Stella: qualcuno già la conosce come sede di , l’Associazione Culturale tutta dedicata all’arte; altri hanno già sostato in questo scorcio del centro storico genovese per un aperitivo al .
Ma, sabato 13 maggio 2006, piazza Stella si è trasformata in luogo di incontro per cinefili grazie all’iniziativa Vicolo Corto, short movies & long drinks. Organizzata dal e, appunto, dal Sorpasso, la serata ha visto affluire molti appassionati ma anche tanti curiosi, attratti da quella che appariva come una vera e propria sala cinematografica a cielo aperto. A partire dalle 21 sono stati proiettati sette cortometraggi tratti dall’ (oltre 4000 opere - dalla Lapponia al Sud Africa, fino a quelle italiane e liguri - che potrete visionare su appuntamento nella sede di Daunbailò, a Palazzo Ducale).

La rassegna, che proseguirà anche sabato 20 e sabato 27 maggio, era riservata nella serata d’esordio ai corti dei filmaker liguri che hanno avuto modo di fare due chiacchiere con il pubblico, intervistati da Cristiano Paolozzi, direttore del Genova Film Festival insieme ad . C’era Marzio Mirabella, regista dell’apprezzatissimo Vortice insieme a Massimo Stella: «il film, muto, racconta di una ragazza che viene risucchiata dal mondo della pubblicità».
Alberto Carbone ha diretto Omicidio premeditato e dice del suo corto: «è un film fatto con i piedi, nel senso che mi sono divertito a riprendere i miei. Non c’è sceneggiatura: è semplicemente una satira sul genere thriller».
In sala c’è anche Fabrizio Lo Presti, attore genovese di teatro prestato alla TV: ricordate le gag di Marcello Cesena a Mai dire lunedì? Nelle esilaranti storie del nobile Jean Claude, Fabrizio interpreta Batman. «Ma collaboro spesso con i filmaker liguri», spiega lui, «scrivo i testi dei corti e li interpreto». Profondo Blu, diretto da Alessandro Fellegara e Clearco Giuria, è stato interamente girato in blu screen: «è stata un’esperienza nuova e molto divertente».

Anche Luca Valpreda, gestore del Sorpasso, è entusiasta dell’iniziativa, che segna la nascita di una nuova collaborazione con i ragazzi del Genova Film Festival: «abbiamo una vera e propria vocazione per il cinema e per il teatro» spiega, «tanto che parteciperemo a modo nostro anche al Film Festival 2006 (26 giugno – 2 luglio, n.d.r.). Da poche settimane è attivo anche il nostro secondo déhors in piazza Stella: un progetto, questo, che vuole portare alla rinascita un angolo del centro storico che non tutti conoscono e che vogliamo strappare al degrado».

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan