Weekend Magazine Venerdì 5 maggio 2006

Tutto il mare dentro un Festival

In alto la locandina del Festival, in basso Varazze (SV) vista dall'alto, una delle location della manifestazione
© Roberto Merlo
Ricordo il mare quando, tornando da un lungo periodo in una grande città, lo vidi alla Bellavista di Lerici (SP). Un vecchio amico ritrovato, così lo guardai con gli occhi lucidi, impotente lo strinsi in un abbraccio immaginario. Che chi vive sul mare faccia fatica a farne a meno l’ho sentito dire più volte, di chi lo cerca disperatamente anche, ma è vero che i luoghi comuni a volte raccontano forti verità, anche se sul mare forse se ne dicono troppe, trasportati da facili romanticismi. Adesso interviene nel dibattito secolare un Festival tutto dedicato proprio alla cultura del mare. Mondomare Festival è un’iniziativa regionale, artisticamente curata dal Teatro dell’Archivolto, che coinvolge quattro comuni liguri, in quattro fine settimana consecutivi all’insegna di mostre, incontri, spettacoli e letture teatrali, musica, video, laboratori, fotografie e fumetti intorno all’acqua salata. Il primo appuntamento è per l’appunto a Lerici (SP) dal 19 al 21 maggio, segue Varazze (SV), dal 26 al 28 maggio e a giugno Sanremo (dal 2 al 4) e Chiavari (dal 9 all’11).

A presentare l’iniziativa, al Museo del Mare di Genova Galata, il presidente della regione Claudio Burlando che sottolinea con forza la portata regionale del progetto. «È la prima iniziativa che parte su base allargata alle 4 province liguri, non collocata nei capoluoghi, bensì in centri importanti del nostro territorio, con l’intento di diffondere le attività culturali e il turismo». Sulla tempistica un po’ accelerata tutti si scusano, ma Burlando motiva: «i mesi di maggio e giugno sono stati scelti come ideale prolungamento della stagione turistica dei successivi tre», già ampiamente nota. L’impresa promette bene, per questa prima edizione sono stati messi a budget 670mila euro, e si intende proseguire al rialzo, attirando magari anche i privati in un circolo virtuoso in favore della cultura. E se questa volta il mare ci verrà proposto attraverso molti momenti artistico-spettacolari, alcuni riflessivi con convegni e incontri anche sulla questione ambientale (con Greenpeace, WWF e Legambiente), per le prossime edizioni Burlando auspica che si guardi anche al Mediterraneo nella sua complessità, al Nord Africa, alla Storia dello shipping, alla storia dei camalli di Genova per costruire un evento stabile che non ci neghi niente neanche della storia «navigata» delle nostre acque salate. Tra gli ospiti di questa edizione si annoverano già grandi nomi tra cui Vandana Shiva (a Varazze, sabato 27 maggio, in un incontro dal titolo L’acqua: una risorsa di tutti, ore 20), Bjorn Larsson che i suoi libri li ha scritti quasi tutti in navigazione (a Chiavari il 9 giugno, ore 20.30), Umberto Galimberti (a Lerici il 21 maggio e a Varazze il 27 maggio), Claudio Magris (l’11 giugno a Chiavari) e, tra i liguri - più o meno di adozione - Nico Orengo (il 4 giugno a Sanremo), Maurizio Crozza (il 28 maggio a Varazze) e Claudio Bisio, per citarne solo alcuni.

Accanto a Burlando, Pina Rando del Teatro dell’Archivolto, Lorenzo Caselli della Compagnia di San Paolo, Nicola Costa dell’Acquario di Genova e Mariapaola Profumo presidente del MuMA si stringono a rappresentare la rete costituitasi intorno all’iniziativa, (che inaugura venerdì 12 maggio, con una grande festa a partire dalle 19, nel piazzale del Museo Galata), che l’economista Caselli definisce il punto di forza di una Genova che sta cambiando. «Guardando Genova da Torino – sostiene Caselli - si vedono cose che forse chi ci vive non osserva, perché la velocità del cambiamento che la sta attraversando è più veloce della presa di consapevolezza». Coesione e socialità sono infatti i criteri che secondo Caselli determinano la forza di una città e del benessere che essa offre ai suoi cittadini. «In termini di qualità di vita, oggi si può ben dire che Genova supera Milano e Torino».

Anche dal territorio si alzano alcune voci. Sono gli assessori dei comuni coinvolti nell’iniziativa intervenuti, che a gran voce confermano un posto di primo piano fino a oggi negatogli e - seppur reclamando fondi, come pulcini a mamma chioccia - sposano la proposta di Burlando per un effettivo coinvolgimento dell’intera comunità ligure ricordando le tante potenzialità locali da mettere in gioco. A proposito di cambiamenti è Varazze il comune più in movimento, alle prese com’è con il nuovo porticciolo turistico, «che era 25 anni che se ne parlava», spiega il vicesindaco Alessandro Bozzano, e poi la bandiera blu, appena riacquisita grazie a una serie di investimenti mirati al recupero ambientale e in prospettiva (per metà 2007) guarda alla passeggiata europea: un percorso pedonale e ciclabile, dai Piani di Invrea di Varazze a Cogoleto, su un tracciato ex-ferroviario di 8/10 chilometri, reso possibile dai finanziamenti legati al risarcimento per il disastro Haven (al centro di un appuntamento di visita subacquea, sabato 27 maggio a Varazze).

Mi dirigo fuori e idealmente verso Montale (al Castello di Lerici in una lettura-concerto, con Massimo Mesciulam e Andrea Nicolini, il 19 maggio) in cerca di una frase che ricordi il mare, ma in fretta mi accorgo che la sua lingua tutta è talmente intrisa di salsedine che non ha senso cercare, tutte le sue poesie e nessuna ne parlano, lui, il mare, è dentro.

Un assaggio, comunque, da La Storia:
...La storia gratta il fondo
come una rete a strascico
con qualche strappo e più di un pesce sfugge.
Qualche volta s'incontra l'ectoplasma
d'uno scampato e non sembra particolarmente felice.
Ignora di essere fuori, nessuno glie n'ha parlato.
Gli altri, nel sacco, si credono
più liberi di lui.

Eugenio Montale

A breve il programma completo sul sito ufficiale www.mondomarefestival.it
info all'email , oppure allo 010 6592229

Oggi al cinema

The predator Di Shane Black Azione, Avventura, Horror, Fantascienza U.S.A., 2018 Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie... Guarda la scheda del film