Magazine Martedì 2 maggio 2006

Libri e non solo a Torino

Difficile non averne sfogliate alcune pagine se si è lettori. L'avventura è infatti uno di quei generi che per molti hanno segnato l'inizio o una delle prime tappe del viaggio nelle belle lettere. E quest'anno è proprio l'avvenura il tema intorno a cui si svolgono le cinque giornate dell'edizione 2006, della (Lingotto, 4 - 8 maggio). . La città, quest'anno, dopo gli sfarzi delle Olimpiadi, affronta la kermesse tra le più attese intorno alla carta stampata che vede come paesi ospiti Portogallo e Brasile.

Accanto a narratori, poeti e saggisti, non mancheranno rassegne cinematografiche (presso il Museo del cinema) e momenti di spettacolo, che vedranno a Torino uno dei grandi interpreti del Fado, Camané, (giovedì 4 maggio). E poi saranno presenti il Premio Nobel José Saramago; Mia Couto; Miguel Sousa Tavares, autore del best-seller Equatore; la mozambicana Paulina Chiziane; Joao de Melo; Goncalo M. Tavares; Ruy Vieira Nery (autore di una Storia del Fado ora tradotta da Donzelli); Josè Eduardo Agualusa; il saggista Eduardo Lourenco; il poeta José Tolentino Mendonca. Il quadro delle culture lusofone sarà completato dal Brasile. Parteciperanno tra gli altri Paulo Coelho, Bernardo de Carvalho, Moacyr Scliar, Milton Hatoum, Boris Fausto, Dominio Proenca Filho, Alberto Mussa. Atteso anche Gilberto Gil, cantautore, scrittore, e Ministro della Cultura del suo Paese.

Il tema dell'avventura prenderà corpo e voce durante il fittissimo con una serie di incontri, dibattiti e conversazioni che varieranno dalla letteratura alle scienze, al cinema, al giornalismo, animato da diversi protagonisti, dando prova della sua interdisciplinarietà. Un ricordo speciale andrà a Tiziano Terzani, Ambrogio Fogar e ad Angelo D'Arrigo, "l'uomo che voleva con le aquile", deltaplanista siciliano scomparso di recente. Sempre di viaggi si tratta ma nella scienza, quando si incontrano figure come l'astronoma Margherita Hack, il fisico Carlo Bernardini, il matematico Piergiorgio Odifreddi. Edoardo Sanguineti con la complicità dell'attore Paolo Bonicelli, affronterà l'avventura della psicoanalisi, nel centocinquantenario della nascita di Freud, riproponendo la sua "intervista immaginaria" al celebre filosofo. Anche per la satira si può parlare a pieno titolo di avventure incontrando Mauro Cardinali, Stefano Disegni e Vauro.

L'avventura fatta per il cinema sarà in compagnia di Cristina Comencini, e Paolo Virzì. Non mancheranno, dati i recenti esiti editoriali e di cassetta, incursioni nei territori della fantascienza e della fantasy, con protagonisti come l'americano Jonathan Carroll, o le sperimentazioni di scrittori che, come Antonio Moresco e Tiziano Scarpa.

Ma Torino è anche un'occasione per gettare lo sguardo sulle sterminate opportunità offerte dalle altre letterature nel mondo. Dopo il successo dello scorso anno, torna alla Fiera il progetto Lingua Madre, con una trentina di scrittori extraeuropei, attivi sostenitori e divulgatori del patrimonio della tradizione culturale da cui provengono: tra gli altri l'iraniano-torinese , la guineana Aminata Fofana e l'algerino Amara Lakhous, (che vivono a Roma), l'albanese Ornela Vorpsi, che ha studiato a Milano, recente vincitrice del Premio Grinzane per gli esordienti. Parlando di Oriente saranno a Torino anche l'indiano Amitav Ghosh, l'autore di Cromosoma Calcutta, i palestinesi Mahmud Darwish e Murid al-Barghuti; il libico Ibrahim Al Koni; e l'algerina Leila Marouane; il turco Moris Fahri, da molti anni in Inghilterra, rievoca il mondo della Istanbul del primo dopoguerra. Ancora dall'estero ma da altre latitudini, dal Sudafrica tre narratori di forte tensione linguistica: Sindiwe Magona e Achmat Dangor; dal Mozambico, Paulina Chiziane, una delle voci nuove della Lusofonia; l'indiana Lavanya Sankaran, cresciuta negli Stati Uniti, e poi tornata in patria.

Vicino a autori e scrittrici anche cantanti e musicisti parteciperanno al salone grazie all'organizzazione FolkClub : I Tamburi del Vesuvio di Napoli, formazione mista di musica e danza capitanata dal percussionista Nando Cittadella; il quartetto d'archi al femminile Euphoria; il quintetto francese Manouche Bratsch; e tra gli altri Ray Lema, pianista e compositore congolese, e promotore del progetto Università Musicale Africana, venerdì 5 parlerà con Mauro Pagani e Francisco De Almeida del suo progetto e darà un saggio con pianoforte e voce dei modi delle varie culture musicali dell'Africa nera.

Sede Fiera: Lingotto Fiere, via Nizza 280, 10126 - Torino Date: da giovedì 4 a lunedì 8 maggio 2006
Orari: giovedì, domenica e lunedì (10-22) venerdì e sabato (10-23)
Sito Internet della Fiera: www.fieralibro.it
E-mail:

Leggi anche delle alla Fiera del Libro.

Convenzione con Trenitalia: Fiera del Libro e Trenitalia propongono , da Milano, Venezia, Genova e Bologna.

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Jurassic World Il regno distrutto Di J.A. Bayona Azione, Fantascienza, Avventura U.S.A., Spagna, 2018 Sono passati quattro anni da quando il parco tematico di Jurassic World è stato distrutto dai dinosauri scappati dalle gabbie di contenimento; Isla Nublar adesso è un luogo selvaggio abbandonato dagli umani dove i dinosauri sopravvissuti... Guarda la scheda del film