A voce alta sulla vocazione turistica - Magazine

A voce alta sulla vocazione turistica

Attualità e tendenze Magazine Martedì 2 maggio 2006

Magazine - “J’accuse”

Inutile lamentarsi se il turismo in Liguria in generale, ed a Genova in particolare, è un settore che non sboccia quanto potrebbe. Infatti non è certo il potenziale l’elemento mancante, bensì la capacità di accogliere i turisti. Non solo i prezzi estremamente elevati costituiscono un deterrente, ma a questo si aggiunge anche una buona mancanza di buonsenso, che ostacola ulteriormente lo sviluppo del settore.

Un’occasione come l’Euroflora, per Genova indubbiamente un’opportunità unica di chiamare a sé i visitatori, molti provenienti anche dall’estero, dovrebbe essere sfruttata il meglio possibile. È vergognoso che all’una di notte di un venerdì sera che dà inizio al lungo weekend del primo maggio, automobili innocuamente parcheggiate in centro senza ostacolare in alcun modo il traffico vengano sistematicamente multate. Certo, il posteggio nell’area non è consentito, ma dal momento che le auto non costituivano in alcun modo un ostacolo alla viabilità e che i parcheggi a pagamento del centro erano stracolmi, si poteva anche chiudere un occhio e gioire dell’allegro traffico pedonale che ingorgava le vie del centro storico di Genova.

Finché un bicchiere d’acqua a Portofino continuerà a costare 3 euro e una sosta in auto non propriamente lecita una salata sanzione, la situazione non potrà migliorare poi molto. Non sarebbe forse il caso di fare un po’ mente locale e fare più spesso appello al buonsenso? Per il momento intanto, resta del tutto inutile lamentarsi.

Roberta Penna

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus, Conte: «proroga delle misure restrittive fino al 13 aprile» , Coronavirus, sì alla passeggiata con i bambini. Chiarimenti sulle uscite , Coronavirus: Inps, come avere il bonus da 600 euro per gli autonomi. Le istruzioni , I contagi si azzereranno forse a metà maggio, tra riaperture e previsioni. Cosa succederà dopo? , Amarone della Valpolicella è l'etichetta di vino più apprezzata della Cina

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!