A voce alta sulla vocazione turistica - Magazine

Attualità Magazine Martedì 2 maggio 2006

A voce alta sulla vocazione turistica

Magazine - “J’accuse”

Inutile lamentarsi se il turismo in Liguria in generale, ed a Genova in particolare, è un settore che non sboccia quanto potrebbe. Infatti non è certo il potenziale l’elemento mancante, bensì la capacità di accogliere i turisti. Non solo i prezzi estremamente elevati costituiscono un deterrente, ma a questo si aggiunge anche una buona mancanza di buonsenso, che ostacola ulteriormente lo sviluppo del settore.

Un’occasione come l’Euroflora, per Genova indubbiamente un’opportunità unica di chiamare a sé i visitatori, molti provenienti anche dall’estero, dovrebbe essere sfruttata il meglio possibile. È vergognoso che all’una di notte di un venerdì sera che dà inizio al lungo weekend del primo maggio, automobili innocuamente parcheggiate in centro senza ostacolare in alcun modo il traffico vengano sistematicamente multate. Certo, il posteggio nell’area non è consentito, ma dal momento che le auto non costituivano in alcun modo un ostacolo alla viabilità e che i parcheggi a pagamento del centro erano stracolmi, si poteva anche chiudere un occhio e gioire dell’allegro traffico pedonale che ingorgava le vie del centro storico di Genova.

Finché un bicchiere d’acqua a Portofino continuerà a costare 3 euro e una sosta in auto non propriamente lecita una salata sanzione, la situazione non potrà migliorare poi molto. Non sarebbe forse il caso di fare un po’ mente locale e fare più spesso appello al buonsenso? Per il momento intanto, resta del tutto inutile lamentarsi.

Roberta Penna

Potrebbe interessarti anche: , Cosa sono e come funzionano i lettori Rfid per la rilevazione delle presenze , Arriva sul mercato il DJI Osmo mobile 3 , Pannelli solari: quanto costano e come installarli. Tutti i vantaggi dell'energia solare , Aumentare la visibilità della tua azienda con Google Mybusiness , Come trattare un narcisista e creare una relazione sana