Magazine Martedì 21 febbraio 2006

Mai più single

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine -

Eccomi qua!
Un'altra single: non per mia scelta, ma per scelta degli UOMINI!!! Uomini: Gioia e Dolore di noi DONNE!
Cosa posso dire di me? Carina, simpatica, intelligente, benestante, solare e positiva, profonda e seria, ma pignola, troppo precisa e molto coerente. E, come tante, una sopravvissuta a storie assurde.
In tutti questi anni - ne ho ben 46 - non mi è capitato di incontrare un UOMO come quelli che si vedono nei film, o come quelli che hanno trovato le mie amiche più antipatiche, scorbutiche e addirittura infedeli!
Un UOMO che io possa amare, rispettare, far sorridere, far star bene, viziare, far anche incazzare, far ingelosire, per essere poi - a mia volta - amata, rispettata, viziata, ecc...
Non ho avuto grossi problemi ad affrontare i miei lunghi periodi di "carestia d'affetto" (da dare e da ricevere, ovviamente), ma oggi mi sento un po' giù, perché è forte il bisogno di condividere con un uomo certe gioie e certe problematiche e la necessità di prendere alcune decisioni "a quattro mani".
Ebbene sì, più che uno sfogo, il mio è un appello: Carino, simpatico, intelligente, benestante, solare e positivo, profondo e serio, assolutamente non pignolo, ma preciso e coerente e sopravvissuto a storie assurde. Per dirlo con una sola parola, "PARIREQUISITI", a me!
parirequisiti

Ciao Antonella,
ti scrivo per sfogarmi un po' sulla mia condizione di perenne single. Ho 31 anni e sono veramente stanca di essere sempre sola. A parte una storia un po' più duratura che ho avuto diversi anni fa, ho sempre avuto storie lampo o con uomini sposati che sarebbe stato meglio se non ci fossero state.
So benissimo che non si vive di solo amore, che dobbiamo ricercare la nostra indipendenza, costruirci una vita e via dicendo. Ma io questo lo sto già facendo da tanti anni. Vado in vacanza con le amiche e mi diverto, ho degli interessi che mi piace coltivare ma, a questo punto della vita, vorrei anche un compagno e avere dei bambini. Invece niente: vedo che tutte le persone intorno a me iniziano belle storie d'amore; l'unica che rimane perennemente single sono io.
E non so proprio in cosa sbaglio: credo di essere una persona fisicamente e socialmente nella norma, ma niente. Gli uomini che provano interesse nei miei confronti o sono sposati o non suscitano minimamente il mio interesse. E quelli che mi sembrano molto interessanti non provano mai interesse per me. Sono destinata a rimanere sola a vita, con tutta la mia indipendenza, i miei interessi ma senza un uomo con cui condividere una bella fetta della mia vita? Cosa mi consigli?
stanca di essere single

Benedette ragazze!
Oggi pubblico due lettere perché l’argomento è lo stesso e vi risparmio la predica sull’indipendenza, visto che Stanca di essere single l’ha già fatta da sé. E tuttavia il punto è quello, sempre lui. La benedetta/maledetta indipendenza conquistata con le unghie e coi denti – specie dalla generazione di Parirequisiti - che ogni tanto si ritorce contro chi l’ha cercata, trovata e in fondo se la gode tutta.
La parte più immatura di molte di noi cerca l’uomo dei sogni, la parte più adulta e razionale sa che è impossibile. Oggi il genere è in crisi nera perché non è pronto ad accettare il cambiamento – che non è certo arrivato l’altro ieri, tuttavia… - e non ha nessun senso cercare qualcuno che ci sostenga, sorregga, rassicuri.

Forse neppure un pari requisiti. Lo dite da voi: più sei stronza, più ti cercano. Ma siete sicure che vi trovereste bene dalla parte delle stronze? Vi annoiereste dopo tre mesi e il tradimento non vi appagherebbe. Mi dispiace, care. Ho un unico, scoraggiante, consiglio: non vi accontentate, non cedete!
Ho visto cose che voi umane… ho visto donne che hanno saputo resistere anche al richiamo dell’orologio biologico e alla fine sono riuscite a trovare l’amore, non da film, un amore concreto ma appassionato, e soprattutto affidabile. Ce ne sono ancora, non cercateli, alla fine vi troveranno loro.
Auguri,
Antonella

Leggi la su mentelocale.it

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film