Concerti Magazine Venerdì 17 febbraio 2006

Novagrande: indietro nel tempo

Magazine - Leggi le altre notizie dal mondo della musica su o

Parliamo dei Novagrande, band attiva dal lontano ’84, quando il sottoscritto compiva il primo anno di vita. Da quegli anni mitici (anche un po' prima) questi musicisti hanno preso il proprio sound.
È innegabile, infatti, l’influenza avuta dal rock progressivo, dalla new wave e dal pop più sofisticato. Il chorus chitarristico che ti riporta indietro quando la maggior parte di noi “giovani” tentava di capire il funzionamento dell’equilibrio, la batteria progressiva, che gioca con battere e levare, tastiere e armonici naturali che creano un ambiente davvero più unico che raro.

E quello che stupisce il vostro recensore è l’abilità con la quale tutti gli strumenti formano un bell’amalgama in questo demo. Cantato in italiano, si fa apprezzare ad ogni ascolto sempre più, cogliendo sfumature più o meno positive.
Le canzoni ove la batteria non è una fredda “drum machine” sono quelle più significative.

Preferita del sottoscritto è l’opener, Niente male per noi, dove armonici naturali e un chorus con un po’ di echo e delay presentano quello che sarà il cammino del disco. Giunti a metà traccia è un solo in stile Pink Floyd a scuotere l’attenzione.
Di più facile ascolto le acustiche Proprio tutto, Il rischio di capire (o non capire) e Dell’amore e dell’odio e dell’oblio dove una chitarra acustica e la sola voce compongono i pezzi. (Queste devono essere state registrate in momenti differenti, ndr).

Testi particolari, che necessiterebbero, però, di ampie spiegazioni vista la loro non facile comprensione o l’accostamento a concetti che potrebbero parere diversi all’ascolto di altrettanti terzi.
In definitiva invito coloro i quali vogliono gustare un ascolto diverso dai soliti canoni contemporanei per una mezz’ora di musica che torna indietro con gli anni (dove a far sognare le persone c’erano veri e propri spettacoli artistici come il Capolavoro pinkfloydiano Delicate Sound Of Thunder, del quale, al sol pensiero, vengono i brividi).
Chi è estraneo o non amante del genere, invece, non troverà di suo gradimento questo demo.

Alessio Rassi

Tracklist
01 - Niente male per noi
02 - Non ci sono che per te
03 - Riderne da solo
04 - Proprio tutto
05 - Esisti (per me)
06 - Il rischio di capire (o non capire)
07 - Dell'amore e dell'odio e dell'oblio

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Tim Burton's The Nightmare Before Christmas Di Henry Selick, Tim Burton Animazione Usa, 1993 Guarda la scheda del film