Magazine Giovedì 16 febbraio 2006

Blog: dalla rete alla radio

Il fatto. La vostra intrepida reporter, approfittando della presenza di Edoardo Sanguineti a , il Salone dell’editoria libraria e multimediale che per la prima volta ha avuto sede a Genova, ha domandato al grande poeta genovese un parere sul mondo dei blog. I blogger di tutta Italia, infatti, sono stati fra i protagonisti della manifestazione grazie allo spazio Inedita Blog, dedicato ai diari virtuali e a chi utilizza la Rete per scrivere e sfogarsi.
Il maestro, però, ha dichiarato di non amare il fenomeno blogger (). Le parole di Sanguineti hanno suscitato la reazione di chi invece ama esprimersi tramite Internet. Anche la nostra blogger Tittyna insieme a .

Insomma, le reazioni sono state molte e non hanno interessato soltanto mentelocale.it: il nuovo network , l’emittente nazionale del gruppo Rcs, ha voluto saperne di più. Il dj Stefano Gallarini, nel suo programma radiofonico del weekend Play Blog - che in questi giorni si svolge a Torino in occasione delle Olimpiadi invernali 2006 - ha chiesto lumi a mentelocale.it.
Ecco l’intervista: siete pro o contro i Blog?

Stefano Gallarini – Vorrei parlare con Francesca, redattrice di mentelocale.it, di un evento che si è svolto a Genova e di cui onestamente non si è parlato molto…
Francesca Baroncelli – È vero, peccato perché è stata una bella manifestazione…
S.G. – Vogliamo raccontare ai nostri ascoltatori di che cosa si è trattato?
F.B. – In Edita, il Salone dell’editoria libraria e multimediale, si è conclusa domenica 5 febbraio. La Fiera si è svolta a Genova per la prima volta e ha riservato uno spazio ai Blog.
S.G. – Quindi la cosa più interessante, e su cui avrebbero dovuto insistere tutti i siti, è stato che per la prima volta in una manifestazione si sia parlato del mondo dei diari virtuali. Invece io stesso, quando ho cercato di mettermi in contatto con l’ufficio stampa della manifestazione, ho ricevuto risposte solo a fiera finita: avreste dovuto tutti essere più attenti a divulgare maggiormente la notizia.
F.B. – In realtà il giornale con cui collaboro, il webmagazine mentelocale.it, si è occupato molto del Salone
S.G. – Infatti proprio da voi sono partito nella mia ricerca. Voglio ricordare che la testata quotidiana mentelocale.it si occupa di Genova e di tutto ciò che riguarda la città.
Tu, Francesca, hai un tuo blog personale?
F.B. – No, ma su mentelocale ci occupiamo spesso di Blog: alcuni blogger hanno una rubrica sul nostro sito. Insomma, siamo “cugini”!
S.G. – Partiamo da un’affermazione di Edoardo Sanguineti: «Il dramma è che oggi tutti scrivono, e nessuno legge». Insomma, sembra che questa grande quantità di diari su Internet sia utile solamente per chi vuole improvvisarsi scrittore. Le persone, però, leggono poco. Su mentelocale molti hanno risposto alle affermazioni di Sanguineti: alcuni si sono schierati pro e altri contro i Blog.
F.B. – Sì, molti ci hanno scritto. Alcuni erano blogger, altri, invece, volevano semplicemente esprimere la propria opinione.
S.G. – E chi vince?
F.B. – Vincono senz’altro i pro-Blog: c'è tanta voglia di esprimersi attraverso Internet.
S.G. – Tu invece da che parte ti schieri?
F.B. – La mia posizione sta a metà tra chi apprezza i Blog e chi invece è contrario agli "scrittori improvvisati". mentelocale.it è una piazza virtuale: c’è una redazione, ma chiunque può scriverci ed essere pubblicato.
La differenza tra mentelocale e un Blog tradizionale è che la redazione seleziona gli interventi. Insomma: è importante avere la possibilità di esprimere, ma bisogna saperlo fare.
S.G. – Sono d'accordo: se un Blog è interessante e ben scritto verrà apprezzato, altrimenti è meglio lasciare spazio a chi è in grado di scrivere ed esprimersi.
Bene, Francesca, io sono in attesa di un tuo Blog personale.
F.B. – Va bene, lo farò!
S.G. – Ma hai almeno un diario cartaceo?
F.B. – Sì, da quando avevo 14 anni. Ora ne ho 26.
S.G. – E rileggi mai le vecchie pagine chiedendoti “ma quanto ero scema quando ero adolescente?”
F.B. – Lo faccio sempre e mi diverto molto.

Leggi gli altri articoli su Inedita







Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Tutta colpa di Freud Di Paolo Genovese Commedia Italia, 2013 Francesco Taramelli (Marco Giallini) è un analista alle prese con tre casi disperati: una libraia (Vittoria Puccini) che si innamora di un ladro di libri; una gay (Anna Foglietta) che decide di diventare etero; e una diciottenne (Laura Adriani)... Guarda la scheda del film