Magazine Sabato 17 febbraio 2001

Claudia Salvatori delitto per delitto

Magazine - Si è svolto venerdì 16 febbraio, presso la libreria Feltrinelli di Via XX Settembre, un incontro a tre sul tema Dove va il giallo italiano?. Promotore dell’evento è stato, nella persona di Giancarlo Giraud, il Club Amici del Cinema, per presentare la rassegna Febbre Gialla. I migliori film gialli del 2000. Ospiti e animatori dell’incontro sono stati Claudia Salvatori, genovese, autrice di Sublime anima di donna, appena uscito da Marco Tropea Editore, e Luca Crovi, autore del saggio Delitti di carta nostra. Una storia del giallo italiano per i tipi di Editrice Punto Zero.

Spunto di partenza per una discussione sul giallo italiano è il momento felice che sta attraversando il genere negli ultimi anni, con il successo di autori emergenti come Lucarelli e Fois, il “caso” Camilleri e, soprattutto, il proliferare di fumetti come Nick Rider, Martin Mystere, Julia e, soprattutto, Dylan Dog.

Non a caso Crovi è collaboratore della Sergio Bonelli Editore e la Salvatori è stata per anni sceneggiatrice di fumetti (anche della Disney)

“Ho cominciato a fare fumetti a 24 anni. Non ho seguito l’iter classico dell’intellettuale italiano: laurea, carriera giornalistica o accademica. Poi ho scritto un thriller erotico molto hard (che diventerà un film per la regia di Maria Martinelli. Le riprese dovrebbero cominciare a marzo). Ora scrivo storie che potrebbero ascriversi al feuilletton ottocentesco”

Del resto, concordano Crovi e la Salvatori, al fumetto (e soprattutto a Tiziano Sclavi, col suo Dylan Dog) va ascritto il merito di aver riportato in auge il genere gotico, che in Italia aveva avuto fortuna a fine ottocento, nel periodo della Scapigliatura.

Spiega Claudia Salvatori
“Se ci fossero stati scrittori in grado di continuare su quel filone, oggi in Italia non avremmo bisogno di rifarci a modelli americani e scopiazzare Tarantino. Del resto il pulp italiano non mi pare un genere popolare: lo trovo piuttosto snob, da intellettuali”

E la Scapigliatura è l’ambiente culturale che fa da sfondo a Sublime anima di donna, l’ultima opera della scrittrice genovese, che spiega di aver voluto creare una situazione di confine, nella quale realtà e immaginario, inconscio e vita quotidiana si influenzano reciprocamente. Il romanzo, infatti, è ambientato ai nostri giorni, quando una ricercatrice rinviene un anonimo manoscritto di uno Scapigliato, nel quale si descrive la vicenda di un serial killer che uccide diverse donne intenzionato a ricostruire con i pezzi asportati dalle vittime il suo ideale femminile.
Ma la vicenda non è destinata a rimanere nelle pagine del manoscritto, perché c’è qualcuno che comincia a uccidere nello stesso modo

Quando Crovi le fa notare che l’idea della ricostruzione di un corpo o un’anima ideali è un topos ricorrente in letteratura (cita, tra gli altri, Il silenzio degli innocenti), Claudia Salvatori annuisce

“Evidentemente ci deve essere qualcosa che ci attrae a livello inconsio nell’idea di smembramento. Ho giocato sull’ideale romantico del femminino e l’ho trasfigurato legandolo a quello del corpo fatto a pezzi. Del resto, in un’epoca in cui subiamo influenze di ogni tipo e l’identità dell’anima è perduta, quel che resta è un’aggregazione di pezzi di provenienza eterogenea”


Per saperne di più su Claudia Salvatori e sul suo romanzo Sublime anima di donna consulta il sito
www.saggiatore.it/schede/dicembre00/salvatori.htm

Per saperne di più su Luca Crovi e leggere alcuni estratti del suo saggio Delitti di carta nostra. Una storia del giallo italiano visita il sito
www.puntozero.net

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

To Rome With Love Di Woody Allen Commedia U.S.A., Italia, Spagna, 2012 To Rome with Love è una commedia spensierata, un film caleidoscopico ambientato in una delle città più affascinanti al mondo. Il film ci mette in contatto con un architetto americano molto noto che rivive la sua gioventù, un... Guarda la scheda del film