Magazine Giovedì 19 gennaio 2006

Il distributore di merendine

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine -

Ricevo e pubblico volentieri. Mi fa molto piacere che "Anonimo 2" sia intervenuto, mi fa piacere pensare che questa piccola rubrica della posta del cuore susciti sentimenti di solidarietà tra le persone e che qualcuno si riconosca nelle parole di un altro. Come se una microscopica comunità prendesse vita...
Qualcuno vuole difendere le ragazze aride e carrieriste? Io mi taccio, di fronte all’evidenza.
Antonella




Mmmhhhh....ho letto quello che scrive e vorrei rispondergli con una mia esperienza... se possibile!
Allora... qualche tempo fa ho conosciuto una gran bella ragazza, coetanea (29), laureata come me, indipendente, superimpegnata col lavoro... Dopo esserci studiati per un po', il classico bacio galeotto ha fatto sì che provassimo a stare assieme... da lì in poi, ho rasentato l'esaurimento nervoso!
Non narro tutta la vicenda perché non ha senso, ma dopo almeno due tiramolla, sue varie eclissi, dopo essere stato male per mesi, dopo uno sputtanamento galattico a settembre (salta fuori che per un po' ero stato il terzo vertice di un triangolo) e altri due mesi passati a dormire male, finalmente ho realizzato che non ne valeva proprio la pena.

Sono stato usato come un distributore di merendine da un'immatura che ricorrentemente cade in calo di zuccheri affettivo per la sua smania di rincorrere un'ipotetica carriera...
Tradotto: le andavo bene per sentirsi bella e desiderata nello squallore di una vita fatta di solitudine carrierista in un monolocale alla periferia di Milano; come la crisi da coccole passava, regolarmente venivo archiviato. Se devo dirla tutta, ho solo il rimpianto di essere stato, come sempre, troppo signore e non aver piazzato qualche roboante VAFFFFFF... quando ci voleva.
Come volevasi dimostrare, lei ha visto tutto ciò solo come debolezza e non come affetto e volontà di salvare un rapporto... salvo confessare affranta: "Forse a me bisogna trattarmi male...".

Per cui caro anonimo, un fraterno consiglio da compare di sventura: dimentica anche tu questa persona da due soldi che sembra la fotocopia della mia... tanto cazzuta sul lavoro quanto insignificante nei rapporti personali, tanto infelice quanto incapace di capire sè stessa... e dedichiamoci a tutte le splendide ragazze piene di tenerezza che ci sono in giro, perchè sono tante, persino tra le genovesi col loro carattere da ostriche!
Con simpatia...

Anonimo 2




di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

L'Ultimo imperatore Di Bernardo Bertolucci Drammatico Francia, Honk Hong, Italia, GB, 1987 La trama narra la vita straordinaria di Pu Yi, l'ultimo imperatore della Cina. Passando per gli Anni '20 e '30, vediamo prima Pu Yi play boy in esilio, poi burattino nelle mani dei giapponesi ed infine prigioniero dei sovietici nel 1946. Rientrato infine... Guarda la scheda del film