Magazine Venerdì 30 dicembre 2005

Storia di un amore virtuale

Oggi vi proponiamo una storia d'amore molto speciale. Attraverso le parole di Isabel Contini - che lavora in una tv satellitare romana ed ha scritto di recente l’e-book Spazio privato, edito in rete dalla Kultvirtualpress - vi raccontiamo la passione tra due blogger, il blog di poesie che ne nasce, e come tutto finisca in un libro.

Posso dire di aver assistito, fin dalla sua gestazione, alla storia delle poesie di Meltèmi. Pare che all’inizio Cupido ci avesse messo lo zampino perché il tutto è nato da una storia d’amore tra blogger, nata in rete e rimasta circoscritta nella sua virtualità. Di qui l’idea di un blog di poesie, Meltémi appunto, nel quale Alain Barbato, già attivo in rete con un blog di attualità, , attraverso la stesura delle liriche intese esprimere questo forte sentimento.
Posso testimoniare (purtroppo il blog fu successivamente cancellato) che le poesie ebbero un successo clamoroso: gli amici blogger si espressero entusiasticamente nei commenti.

È difficile oggi scrivere poesie d’amore, visti gli illustri precedenti di grandissimi poeti, ma Alain, ambientando le poesie in un’isola greca, Hydra, riuscì tra l’altro a creare un magico mix, capace di coinvolgere il lettore in un'esperienza multisensoriale davvero esaltante.
Il blog di Meltémi si esaurì con la fine della storia d’amore virtuale, ma Alain aveva il desiderio vivissimo che le poesie rimanessero in qualche modo come testimonianza di un momento magico nel quale anche altri, innamorati dell’amore, potessero ritrovarsi. Le raccolse quindi in un e-book, edito in rete dalla e successivamente - e questa è storia di qualche settimana fa - hanno visto la luce, in un’edizione ampliata, nella realtà tangibile di un libro edito da Besa Editrice nella collana I sedicesimi.
È un altro caso, questo, nel quale la rete va incontro alla carta stampata e posso dire che ciò raramente riguarda la poesia.

Ho incontrato Alain il mese scorso ad un tavolo della caffetteria di Melbooks a Roma e, sorridendo, mi confidava queste cose sfogliando il librino delle poesie, quasi incredulo del fatto che un inizio così casuale, e avvenuto quasi per gioco, abbia avuto poi uno sviluppo che egli non prevedeva assolutamente. Ma, si sa, è la vita stessa ad essere imprevedibile.
Concludo augurando tanto successo ad Alain Barbato, invitandovi a visitare il sito del libro (meltemi.splinder.com ) nel quale, tra l’altro, troverete anche le indicazioni per l’acquisto, che vivamente vi consiglio.

Isabel Contini
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Risate di gioia Di Mario Monicelli Commedia Italia, 1960 Una notte di capodanno a Roma, Anna Magnani con uno spiumato boa di struzzo, Totò con il suo vecchio frac (e Ben Gazzara, compagno astuto nell’arte di arrangiarsi). Cercano compagnia, cercano d’infilarsi in tavolate che li rifiutano,... Guarda la scheda del film