Magazine Mercoledì 28 dicembre 2005

Il nuovo Giudizio Universale

Magazine - È in arrivo il 2 gennaio nelle edicole il n. 9 di , il mensile che recensisce tutto.
La novità di questo mese è il concorso permanente per giovani collaboratori: in ogni uscita due nuovi talenti si cimentano nella recensione di un bar e di un disco.

Lo speciale di questo numero è veleni e avvelenati, comprende 16 recensioni, 16 indagini del nocivo di ciò che avvelena e di ciò che è avvelenato.
Come a dire, la scoria siamo noi, la rivista si guarda attorno, sulla contemporaneità, sul passato e anche sul mondo contaminato che ci circonda.
In apertura, la rubrica fissa di Michele Serra contempla la verde, militarizzata copertina scelta per gennaio.
Si continua con Severo, a trent'anni dal disastro, si parla della tragedia della diossina, che non va dimenticata; seguono i veleni criminali e Luciano Garofano che ne elenca pericolosità e utilizzo, i pesticidi e il tetrapak e lo scandaloso disinteresse degli enti pubblici per la tutela dei consumatori.
Annamaria Testa analizza i pacchetti di sigarette e quella che considera una modesta, quando non inutile, campagna antifumo, e sempre attinente al tema, Roberto Alajmo commenta i veleni della Procura di Palermo.

Carlo Flamigni smentisce i "bugiardini" delle medicine; a seguire, i processi per amianto, l'efficienza del Centro antiveleni del Niguarda, la discarica di Peccioli che è diventata una miniera d'oro per gli abitanti della zona. Il colorante Sudan 1, e l'altruistico contributo di Legambiente ai bambini di Chernobyl a vent'anni dal drammatico incidente .
Si conclude con "Socrate e la cicuta" rivisti da Carlo Augusto Viano, Biancaneve illuminata dai quattro soli di Diego De Silva e Igor Marini e sotto i quattro ombrelli di Marco Travaglio.

In tema l'editoriale di Remo Bassetti dove la consapevole stroncatura di Francesco Giavazzi, di quello che pure è un pensiero velenoso, che si insinua ai danni della società e della morale comune, è compensata dai quattro soli offerti alle foto di Sebastião Salgado in mostra a Parigi. Il regno della dignità è la sincerità, parola del direttore.

Non manca uno sguardo alla Val di Susa e alla TAV, ma anche alla montagna come svago: Pescocostanzo, Courmayeur e Madonna di Campiglio.
Continua la rassegna degli stadi italiani con la recensione dello Stadio Barbera di Palermo e quella dei siti Unesco con Villa Adriana a Tivoli.

Per le comparazioni di questo mese Sandro Veronesi illustra i necrologi sui giornali italiani ed esteri, fornendo un interessante quadro del non conforme atteggiamento nei confronti della morte, mentre Maurizio Carlo Bertera ci presenta il bollito e le sue salse sulle tavole delle diverse regioni italiane.

Nella variegata sezione Sognare/Ragionare, Tom Wolfe è elogiato da Ermanno Paccagnini ma non troppo da Fulvio Abbate. Inclemenza totale di Giampaolo Rugarli per Melania G. definita da Mazzucco poco originale se non fasulla. Elogio soleggiato, invece, di Sergio Luzzato per Victor Hugo.

Le anticipazioni cinematografiche di Ang Lee e Woody Allen si prendono il consenso di Emiliano Morreale e di Sara Cortellazzo.
Parlando di politici, Mino Fuccillo racconta Renato Soru; parlando di leggi, Oliviero Beha critica la vacuità del "Codice del consumo".
In chiusura, Massimo Fini, in elogi e stroncature, questo mese fa a pezzi (sì,a pezzi!) la fica (sì,la fica!). E su ancora pubblicità, negozi, bar, siti internet e molto di più.

di Annamaria Giuliani

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

The Lobster Di Yorgos Lanthimos Fantascienza, Thriller Grecia, Regno Unito, Irlanda, Olanda, Francia, 2015 Una storia d'amore ambientata in un futuro prossimo in cui le persone single, in base alle regole della città, vengono arrestate e trasferite in una struttura chiamata The Hotel. Sono obbligate a trovare un compagno, da amare e con cui trascorrere... Guarda la scheda del film