Weekend Magazine Venerdì 16 dicembre 2005

Regali in piazza

Nelle foto. Sopra il mercatino di piazza Campetto. Sotto le marionette di Philippe Chollet
Natale! Tempo di vacanze, raffreddori, parenti, abbuffate e… mercatini. Sissignori. Compaiono nella prima decade di dicembre in giro per le piazze, colorati e fronzuti di ammennicoli d’ogni sorta, scatenando la furia delle masse in preda a impulso consumistico. Consentono per altro, all’occhio allenato, soluzioni low-budget in gran quantità, per tutta la squadra d’amici e consanguinei, spaziando dal giocattolo retrò, all’abbigliamento d’occasione, all’immancabile etnico seriale.
In cotanta bolgia d’affari, compressi, spintonati e un po’ confusi abbiamo cercato di gettare uno sguardo alle proposte più originali.

E partiamo dal mercatino natalizio di Brignole. Tra stand gastronomici d’ogni sorta (dal paradiso della porchetta ai dolciumi siciliani), troneggia un impressionante assortimento d’accessori per presepi. Sotto un tendone bianco, assistiti da donzelle in abito babbo-natalizio, ci siamo trovati di fronte ad un’inesauribile varietà di mangiatoie, giuseppi, marie, pastori, Magi, putti alati, capre, caprette, caproni, stelle comete, palme e palmette, buoi e asinelli. E cinquecento (non scherzo) Bambin Gesù differenti. Insomma, se vi manca un pezzo è il posto giusto.

Più calda e raccolta l’atmosfera del mercatino di San Nicola, in Piazza Piccapietra. Anche qui offerta assai varia. Catturano in particolare l’attenzione uno stand in cui si vendono saponi policromi d’ogni foggia e aroma, ed un altro a nome Il mercante delle lane d’oriente dove trovate maglie e giubbetti di lana, con zip e cappuccio, coloratissimi e così pesanti che fanno caldo solo a guardarli. Ma il mio personale must è la bottega artigianale dove il corpulento, barbuto e gentilissimo Philippe Chollet, francese di nascita ed empolese d’adozione, confeziona con infinita pazienza (lo fa da più di vent'anni) splendide marionette e burattini. Pupazzi da dito e da mano che ricordano a tratti la fisionomia degli immortali protagonisti del Muppet Show, teatrini di stoffa, piccoli giullari di legno. A un prezzo ridicolo. Se vi viene voglia di fare a Philippe una domanda o un complimento non trattenetevi: ne sarà felice.

Se poi fate un salto al mercatino in piazza Campetto, ci ritrovate quei due fenomeni della di via Gramsci, di cui vi abbiamo parlato un paio di mesi fa. Per il Natale hanno rinnovato l’assortimento. Tra suggestioni anni sessanta, sterzate underground e deviazioni futuribili, bisogna riconoscere che si sono inventati uno stile originale e ben riconoscibile. Nuove entrate: una serie di accessori in kitch peluche (borse, braccialetti, portafogli e cinture), berretti e scaldacollo in pail maculato e dei cappellini con lacci fluorescenti che vi faranno sembrare abitanti di Marte. Cult.
Poco più in là trovate un altro stand carino (replicato per altro anche altrove), con rompicapi e giochi di intelligenza (Forza 4, Mastermind, il rarissimo Barricate, e altro ancora) rigorosamente in legno.

Infine impossibile dimenticare il mercatino di San Porfirio, nel foyer del , la cui fama sta crescendo di anno in anno. Un'esposizione e vendita di oggetti, pupazzi, marionette, vecchie scene teatrali, disegni, dipinti, destinati o di ritorno dal palcoscenico. Non si tratta di pezzi rari: sono proprio unici. Ogni manufatto viene realizzato artigianalmente come oggetto a sé. Per gli appassionati una sosta obbligata.
Il mercatino è generalmente aperto dal lunedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 (nelle giornate di spettacolo fino alle 21.00), e domenica dalle 15.30 alle 18.30 ma venerdì 23 dicembre sarà visitabile fino alle 23. Infatti in occasione di White: la notte delle arti, organizzata dall’Associazione Artisticamente e con il patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria, il Teatro della Tosse aprirà infatti le proprie porte per una serata non stop di arte e spettacolo. In tale occasione indosserà le bizzarre vesti di "attore/juke-box". Nell'atmosfera del foyer, circondato dagli oggetti del mercatino, il pubblico potrà scegliere da un menù di racconti natalizi e pagando un semplice gettone da 1 Eu (che verrà devoluto in beneficenza) ascoltare il racconto di Pietro il Banchiere o della Gazza Ladra, di Re Bischerone.

Oggi al cinema

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film