Concerti Magazine Venerdì 16 dicembre 2005

Pop d'autore all'italiana

Artista: Palconudo
Titolo: non presente

Tracklist:
1. Nel momento
2. Ninnananna
3. Sara
4. La danza dell'illusione
5. La sintesi

Spesso si sente dire che l’italiano non è una lingua facile da musicare a differenza dell’inglese. Non è questa l’idea dei Palconudo che sono capaci di coniugare finissime melodie a testi indubbiamente belli che lasciano spazio a parole come “archetipo” e fanno intuire una profonda conoscenza e consapevolezza della nostra lingua.

Davvero notevole la voce di Elisa, la cantante. Sicura e pulita si lancia in interessanti scale e vocalizzi che richiedono esperienza ed una buona capacità di controllo, accompagnata da chitarre dagli arpeggi sapienti. Il demo, registrato in versione acustica, propone cinque brani davvero interessanti.

Ottima la scelta della canzone di apertura: Nel momento. Diretta e coinvolgente propone immediatamente le capacità del gruppo ed invoglia all’ascolto. Incisiva, presenta una melodia ed un ritornello che resta immediatamente impresso. Peccato sia un destino di pochi poterla cantare senza cadere in orripilanti stonature!

Ninnananna si apre con un riff di chitarre dai sapori caldi. Echi coinvolgenti di suoni familiari. La voce, sempre in risalto, ci accompagna in una ninnananna (appunto) che conta oggetti, persone e sogni.
Sara devìa rispetto alle canzoni precedenti e propone una struttura meno immediata nell’ascolto. Al corpo melodioso della strofa si contrappongono i suoni ruvidi e più aggressivi del ritornello.
Si torna a ritmi più pacati con La danza dell’illusione in cui vocalizzi armoniosi ci mostrano come le illusioni possano acquistare consistenza attraverso la musica.

Il demo si chiude con La sintesi, titolo emblematico per un disco decisamente consapevole.
Forse meno incisivi rispetto alle prime canzoni, gli ultimi due brani rappresentano un modo, parafrasando i Palconudo stessi, di “sfumare sul finale”.

Un demo davvero ben fatto: ottime la voce e le chitarre, interessanti i testi. Una musica d’autore che irretisce all’ascolto.

Contatti:


Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film