Magazine Venerdì 2 dicembre 2005

Tanti auguri professore

Magazine - Genova fa la festa a , nel senso buono, s'intende. Sarà un grande party per il settantacinquesimo compleanno del poeta. L’appuntamento è per sabato 10 dicembre 2005 (ma la vera data di nascita è il 9 dicembre), alle 20.30 presso il Teatro Carlo Felice, e raccoglierà una lunga lista di personalità importanti del mondo della cultura. Il , promotore dell’iniziativa, chiama amici, colleghi, collaboratori e genovesi: tutti a soffiare sulle candeline di un’immensa torta che il pasticcere Poldo sta preparando per circa 400 persone. L’ingresso è libero, e con tutte le personalità che ci saranno, la materia grigia abbonderà.

Intanto un regalino il poeta l'ha fatto a noi. È appena uscito Sanguineti/Novecento. Conversazioni sulla cultura del ventesimo secolo (il melangolo, pag. 128, 16 Eu), volume curato da . Si tratta di una serie di interviste (24 per la precisione), rilasciate da Sanguineti a Galletta, andate in onda su TeleCittà tra il 2001 e il 2002. Vari i temi trattati: ideologia, guerra, avanguardie, filosofi, realismo, cinema, televisione, psicoanalisi, per finire con erotismo e morte. Parole preziose.

E ancora. Non solo Genova festeggia il poeta, ma anche Bologna. Da lunedì 12 a venerdì 16 dicembre va in scena Ritratto del Novecento, al Palazzo della Borsa di piazza Maggiore. Si tratta di un gioco, cui parteciperà lo stesso Sanguineti, in cui si ricostruisce l'immagine di un secolo attraverso citazioni di oltre cento protagonisti del secolo scorso. Cinema, poesia, teatro, arti visive. Le varie esibizioni sono assolutamente anonime: all'entrata viene dato un elenco con i nomi di tutti gli artisti. Agli spettatori il compito di unire ciò che vedono al suo autore. Il progetto, diretto di Giuseppe Bertolucci, è stato fortemente voluto da Angelo Guglielmi, assessore alla cultura nella città delle due torri.

Ma torniamo a sabato 10. Si sa che sarà un festone, ma sul programma della serata c’è molto mistero. Intanto, nonostante i propri impegni di fiction, Catherine Spaak ha accettato di fare da presentatrice. L’apertura è dedicata a un "gioco del doppio" su cui gli organizzatori non si sbilanciano: ciò che è noto è che il Sanguineti autore teatrale ama molto i temi del doppio e del travestimento. Basti questo.
Poi un salotto letterario, con cui si tornerà all’esperienza del (presente ); tra gli ospiti anche Rossana Campo e Angelo Guglielmi. Ci sarà anche l’editore di una vita: .
Giuseppe Pericu parteciperà in veste di amico, collega d’accademia e, ovviamente, primo cittadino. Lunga la fila di chi sta chiamando per dire "io ci sono!", ma anche quelli che non potranno esserci stanno lasciando un dono, un segno. Tra i nomi di chi ha contribuito all’organizzazione della serata Umberto Eco e Dario Fo, Renzo Piano e Mariangela Melato, Gino Paoli ed Emanuele Luzzati.
Quest’ultimo ha illustrato le parole di un verso del gatto lupasco che dà il titolo alla serata: Dico che lascio parole d’amore. Nel disegno, la figura stilizzata di un uomo sta vicino a un pallottoliere e tiene una lettera in mano: «è una dedica a una persona che ha sempre giocato con le lettere, i colori, i suoni delle parole», dice Gianna Schelotto, presidente onorario de I Buonavoglia.

Avanti col programma di sala: dopo il salotto letterario, gli auguri dei teatri con cui il poeta ha lavorato maggiormente: , , , . Cala nuovamente il mistero con Gli auguri de I Buonavoglia: «questa è una sorpresa che noi faremo ad Edoardo», dice Margherita Rubino.
Sanguineti prenderà poi la parola per una versione di Alfabeto Apocalittico dedicata alla sua città: reciterà le ottave corrispondenti alle lettere di Genova Mia, con l’accompagnamento musicale di Stefano Scordanibbio.
Ancora sorprese per un finale in musica. Insomma, vi tocca venire per saperne di più, ed è pure aggratis. E per chi si associa a I Buonavoglia posti nelle prime file…

«Speriamo che vengano molti giovani - dice Margherita Rubino, presidente del Circolo - perché capiscano quante cose importanti ha fatto Edoardo».
Nel frattempo si avvicinano altri due compleanni importanti: il Carlo Felice si appresta a celebrare il proprio bicentenario, I Buonavoglia sono quasi a quota dieci. Auguri a tutti.

di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Alita Angelo della battaglia Di Robert Rodriguez Fantastico 2019 Un budget da 200 milioni di dollari, un coproduttore come James Cameron, qui anche cosceneggiatore, un regista cult come Robert Rodriguez e un manga ancor più cult: Alita - Angelo della battaglia del fumettista giapponese Yukito Kishiro.... Guarda la scheda del film