Concerti Magazine Mercoledì 30 novembre 2005

Genovatune in festa

Nelle foto la locandina della Geonovatune Party Night ed un momento della presentazione al forum FNAC
A un paio d’anni dalla nascita , portale di riferimento per i musicofili liguri, celebra il consolidamento del proprio ruolo nel panorama cittadino con una serata live al : la prima .
Nell’attesa dell’evento, previsto per mercoledì 7 dicembre, il programma del concerto è stato presentato presso il forum FNAC di via Venti Settembre, dai condottieri del sito: , responsabile esecutiva e webmaster, Mariapaola Cossu, ufficio stampa e redattrice, e Michele Savino, a sua volta redattore.

«Quando abbiamo pensato ad organizzare la serata ci tenevamo ad invitare gruppi che offrissero proposte differenti» ha spiegato Maria Paola, «perché volevamo rappresentare in modo efficace la grande varietà del panorama cittadino».
La scelta è così caduta su cinque band, incasellabili in generi e sottogeneri ben distinti, che ieri erano presenti, e che troveranno nella serata della prossima settimana un’importante momento di aggregazione, confronto e promozione del proprio lavoro. Ve li raccontiamo uno alla volta.

I White Ash nascono nel 1998 come cover band dei Nirvana, poi, poco alla volta, delineano una propria identità ben definita, meno commerciale e più dura, che li rende oggi alfieri dello stoner rock.
I Troubled Heads, band del 1999, porteranno invece al Logo Loco un punk figlio dei Green Day, loro prima fonte di ispirazione, e poi evolutosi per strade autonome.
Ci saranno quindi gli Helvergr, attivi dal 2002, con il loro metal sopraffino e «ben poco digeribile» come lo definisce Alex, il cantante della band.
Ed ancora potremo ascoltare l’alternative rock dei Butterfly effect, la più recente delle formazioni coinvolte, ma con già due demo all’attivo.
Concludiamo, ciliegina sulla torta, con i , dediti al più consueto pop rock, e ultimamente saliti alla ribalta delle cronache per aver vinto la sedicesima edizione del concorso Rock Targato Italia, nonché il premio che verrà loro consegnato nel corso della serata.

A margine della presentazione i ragazzi del sito hanno poi acceso le micce di un dibattito sullo stato delle opportunità per i gruppi emergenti nel capoluogo ligure. La discussione ha coinvolto musicisti ed organizzatori, entrambi rappresentati in platea, in un dibattito che si è via via scaldato. Obiettivo focalizzato sulla difficoltà di trovare ingaggi a pagamento, o anche semplici rimborsi spese, per formazioni giovani che, nelle loro esibizioni, tentino la via della sperimentazione piuttosto che la strada meno impervia delle cover.
Forse scontati, ma comunque importanti nell’economia del confronto, i temi trattati. Come la necessità, per molte band, di far conoscere il proprio lavoro che spesso stimola i committenti a forme di speculazione (“le prime due volte che vieni a suonare non ti paghiamo, poi si vedrà…”, e simili). Dall’altro lato la concreta difficoltà, per molti organizzatori, di far funzionare economicamente il meccanismo delle esibizioni live in un contesto cittadino in cui i giovani che nel week-end affollano i vicoli difficilmente scelgono di entrare in un locale ad ascoltare musica, magari pagando un biglietto.

Ed ancora l’ingenuità, la disorganizzazione dei giovani che si affacciano sulla scena («non di rado mi capita di dover recensire demo a cui non sono allegati nemmeno i nomi dei brani o i recapiti del gruppo», sottolinea Michele), la mancanza di un adeguato supporto promozionale agli eventi e, soprattutto, la diffusa tendenza a curare la propria nicchia di interessi e appassionati senza uscire allo scoperto, confrontarsi, scegliere strategie comuni e, quindi, più efficaci.
Esattamente ciò a cui i ragazzi di Genovatune, con il loro lavoro, cercano di porre rimedio.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film