Magazine Martedì 29 novembre 2005

Il Gorilla è tornato... col karma

, is back. Ancora una volta col Gorilla. Alla serie noir iniziata nel 1999 con Attenti al Gorilla, si sono aggiunti negli anni (2001) e Gorilla Blues (2002). Ora arriva Il karma del Gorilla, edito da Mondadori.
Giovedì 1 dicembre 2005, alle 21, l’autore sarà al Csoa Zapata (via Sampierdarena 36) per presentare la sua ultima opera. (Il 7 dicembre, invece, il centro sociale genovese ospiterà il gotha dei comici genovesi: , e , all together).

Per chi non conoscesse ancora né Sandrone né il Gorilla, possiamo dire che sono in parte la stessa cosa, in parte no. Nei romanzi di Dazieri il carattere autobiografico delle esperienze, delle circostanze descritte, si mescola da sempre ad un una buona dose di fantasia.
Gorilla è un investigatore schizofrenico (Socio il suo alter ego): ex leoncavallino, gli piace bere e qualche volta alza le mani con "focosi supporter della Guerra in Iraq". Nella sua carriera ne ha fatte tante, come Sandrone. E, a dirla tutta, il suo vero nome è proprio Sandrone Dazieri, come il suo autore.

Nell’ultimo capitolo delle sue truci avventure, il Bruce Willis della Bassa Padana tira avanti la carretta come free lance per servizi di sicurezza. Fino a quando si fa vivo un vecchio amico, diventato ricchissimo grazie ad un’eredità, ma gravemente malato. Sammy, così si chiama, gli chiede di trovare una sua ex fidanzata scomparsa da tempo, che probabilmente si è ficcata nei guai. Contro voglia, Gorilla si trova costretto ad accettare. Prende il via così un’indagine che lo porterà a scavare nel suo passato.

Nato a Cremona nel 1964, Sandrone Dazieri doveva diventare un cuoco. Si è diplomato alla scuola alberghiera di San Pellegrino Terme e ha praticato la professione per una decina d’anni. Poi ha smesso. Dopo esser passato attraverso la facoltà di Scienze Politiche a Milano, senza laurearsi, ha praticato numerosi mestieri: dal venditore di corsi di musica al facchino. Nel frattempo ha militato nel movimento dei centri sociali milanesi.

All’inizio degli anni Novanta è diventato correttore di bozze nel service editoriale Telepress, e da lì la sua carriera nel mondo editoriale non si è più fermata. Più avanti diventerà responsabile dei Gialli Mondadori, poi di tutto il comparto dei libri per edicola.
Ha scritto - oltre alla serie del Gorilla, che lo ha portato al successo - un romanzo per ragazzi (Disney Avventura, premio selezione Bancarellino), alcune sceneggiature per il cinema e il fumetto, numerosi racconti. Nel 2003, insieme con il regista Gabriele Salvatores e il produttore Maurizio Totti, ha fondato la casa editrice Colorado Noir, che si propone di trovare nuovi talenti per il cinema e la letteratura. È stato direttore dei Libri per Ragazzi Mondadori, incarico che ha lasciato nel settembre del 2005 per avere più tempo per scrivere.

Ultima news: a gennaio 2006 uscirà nelle sale cinematografiche il film tratto da La cura del Gorilla, per la regia di Carlo Sigon, con Claudio Bisio.
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Che bella giornata Di Gennaro Nunziante Commedia Italia, 2011 Milano. Checco, security di una misera discoteca della Brianza, a causa del pericolo di attentati che richiede misure straordinarie per i luoghi a rischio, si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. In poco tempo e grazie alle... Guarda la scheda del film