Filmmaker Doc 10 a Milano - Magazine

Attualità Magazine Lunedì 28 novembre 2005

Filmmaker Doc 10 a Milano

Magazine - Sono venticinque anni che Silvano Cavatorta cura FilmMaker, il Festival Internazionale di cinema indipendente che da dieci anni ha deciso di rivolgere una particolare attenzione al documentario, come strumento in grado di raccontare la realtà in maniera incisiva e diretta. E anche quest’anno a Milano, dal 22 novembre al 4 dicembre, giovani registi e maestri del cinema si incontreranno per raccontare la realtà e per promuovere la sperimentazione e l’innovazione della produzione cinematografica, indipendente e non legata esclusivamente alle logiche del botteghino.
La manifestazione si struttura in cinque sezioni che puntano a raccontare le problematiche della società, delle relazioni e della comunità.

Cuore pulsante della manifestazione è il progetto produttivo Paesaggi Umani: otto lavori, scelti e finanziati dalla commissione dei giovani registi che hanno deciso di realizzare dei corti analizzando con occhio critico la realtà sociale che li circonda. Tema comune dei lavori è la comunità e i rapporti interpersonali, analizzati con linguaggi fortemente innovativi: Chiara Bollosi, in Devota, tratta di un rapporto erotico via sms, Francesco Gatti stravolge il concetto di reality show con il suo Irreality Show, dove il regista insegue con la macchina da presa in un agosto torrido amici e fidanzata che inutilmente cercando di sottrarsi all’occhio indiscreto della telecamera mentre La Cena di Emmaus, di José Corvaglia sfrutta la struttura della fiction per realizzare un corto visionario, dove radio, teatro e fotoromanzi si fondono in un’unica struttura.

Il tema della disabilità e della sua accettazione nelle nostre comunità è quello scelto da Massimo Donati, ne La Speranza e il Confine, corto sul quotidiano di due uomini down, stesso tema scelto anche da Mirko Locatelli per Crisalidi: racconto di giovani, tetraplegici e no, dei temi dell’adolescenza. Inquadrature solo in primo piano ci raccontano vicende di corpi e persone che cambiano, siano esse disabili o no.
La comunità è vissuta soprattutto come la casa, la realtà dove si vive. Esperimenti di verità, di Massimo Maida è una fiction realizzata interamente in un condominio, Condomini solidali, narra l’esperienza di sessanta persone che a Villapizzone hanno fatto di un condominio una sorta di comune aperta a tutti e infine L’estate di una fontanella, un film di Martina Parenti che vede protagonista in una Milano estiva sotto il sole torrido, una fontanella amichevole, intorno alla quale si incrociano e si snodano storie di vita.

Completano la manifestazione il Concorso Internazionale sui temi del lavoro e del sociale, 12 film in concorso su oltre 250 pervenuti che raccontano il mondo del lavoro, del suo disagio e delle sue soddisfazioni, Fuori Formato, sezione non competitiva di sperimentazione di linguaggi e format, Luoghi del Femminile, sezione realizzata in collaborazione con Train de vie – Associazione per lo sviluppo della Donna, dedicata al cinema femminile e una retrospettiva dedicata ai Fratelli Dardenne, palma d’oro a Cannes con i film L’Enfant (2005) e Rosetta (1999). Info: www.filmmakerfest.org Rassegna Filmmaker Doc 10
Spazio Oberdan - dal 22 al 29 novembre
Viale Vittorio Veneto, 2
ingresso libero

Cinema Gnomo - dal 30 novembre al 4 dicembre
Via Lanzone, 30 A
ingresso 4,10 Euro

Micaela Montecucco

Potrebbe interessarti anche: , Come abbattere le barriere architettoniche con i montascale per disabili , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio