Weekend Magazine Venerdì 11 novembre 2005

Sulle tracce di San Francesco

Nella foto sopra, il Santuario della Verna, sotto un punto panoramico verso le valli sottostanti.
© F. Tomasinelli

Magazine - E’ uno dei luoghi più mistici ed evocativi di tutta l’Italia. Un santuario francescano sospeso su una grande formazione rocciosa, già nota a Dante, e perso in quella che è la più grande foresta italiana. Lo scenario circostante è quello dell’Appennino Toscano, sul confine con la Romagna, all’interno dell’immenso .
Qui san Francesco arrivò nel 1213, dopo aver ricevuto in dono dal Conte Orlando di Chiusi il Monte della Verna. Nel 1224 in questo stesso luogo Francesco ricevette le stimmate, il segno di Cristo e della santità.
Il visibile adesso, un grande complesso con le stanze dei frati, una chiesa, diverse cappelle e strutture di accoglienza per i pellegrini (compresa foresteria e ristorante) è stato costruito dopo la morte di Francesco, a partire dalla fine del 1200, e successivamente ampliato. Ma il fascino di queste zone rimane sempre forte, soprattutto in autunno, quando i grandi faggi e gli aceri che circondano il complesso si tingono di giallo, e la nebbia avvolge tutte le strutture.
Dietro il santuario, parte un sentiero, il 51, che consente di esplorare una piccola parte delle grandi foreste del parco dove abitano ancora cervi e lupi. Il percorso costeggia un dirupo che regala viste occasionali sulla valle sottostante e consente di raggiungere il Monte Penna, a 1283 metri, in meno di due ore.

Non lontano da qui, sempre nelle Foreste Casentinesi, si trova il , un complesso benedettino nascosto in una grande foresta di abete. Qui piccole comunità di monaci vissero nel più completo isolamento a partire dall’anno mille, ma oggi l'eremo è visitabile quasi integralmente.
Se giungete in questi luoghi passate anche a vedere la minuscola cittadina di Camaldoli dove si trovano il monastero, l’antica farmacia e un albergo ristorante che offre prodotti locali di qualità a buon prezzo. Anche qui le tracce dell’uomo sono poche: il paesaggio è dominato dal profilo delle montagne, mai alte, e da vastissime foreste, che in autunno risuonano dei bramiti dei cervi.

Più in basso, lungo la statale che da Firenze conduce a Arezzo, si trova anche la cittadina medioevale di Poppi, che figura nella lista dei borghi italiani più belli. Per questo, se volete partire, prendetevi pure un paio di giorni alloggiando nei tanti alberghetti, agriturismo e bed&breakfast della zona, visibili sul sito web del Parco Nazionale.

Per arrivare a La Verna bisogna oltrepassare Firenze e proseguire poi per Pontassieve, La Consuma e Bibbiena. Da Genova ci vorranno circa tre ore e mezza di automobile.

Oggi al cinema

Transformers Di Michael Bay Azione, Fantascienza U.S.A., 2007 Da molti secoli, due razze di robot alieni - gli Autobots e i Decepticons si fronteggiano in una guerra terribile, il cui trofeo finale è il futuro dell'universo. Quando la Terra diventa il teatro della loro battaglia finale, i malvagi Decepticons... Guarda la scheda del film