Castellani: un mondo di idee - Magazine

Attualità Magazine Lunedì 24 ottobre 2005

Castellani: un mondo di idee

© www.provincia.genova.it

Magazine - Estroversa, iperattiva, impegnatissima. Maria Cristina Castellani, assessore alla cultura della giunta provinciale di Genova, è una donna che ama il suo lavoro e una politica sui generis.
Laureata in Lettere, è stata preside di ruolo fino al 1993. È un'esperta di pedagogia interculturale e collabora con varie università italiane e straniere.
«Sono assessore dallo scorso settembre, e ho già fatto un gran casino», scherza al telefono mentre, su un'altra linea, discute sulla gestione dei biglietti teatrali di non so quale spettacolo: non vuole che siano nominali. «E se poi il titolare del biglietto si ammala proprio quella sera? Non può nemmeno regalare il biglietto al figlio… e non è mica giusto!».

Ma che situazione si è trovata ad affrontare a Genova dal punto di vista culturale quando è stata eletta? «C’era un buon programma, ma la Provincia non aveva molta visibilità. Allora noi l’abbiamo giocata su un programma fatto di micro eventi. Un'azione che io chiamo "da formica". E ad oggi i risultati si vedono».
La novità è che i progetti culturali che l’assessorato alla cultura porta avanti da allora sono rivolti in particolare alle fasce cosiddette "deboli": «sono particolarmente fiera dell’iniziativa che quest’estate ha portato al numerosi anziani, che nella struttura di via Cesarea – in collaborazione con il Comune, Carige, Regione e il teatro stesso - hanno trovato un ambiente accogliente e, perché no, un po' di refrigerio». Il progetto Oasi proponeva spettacoli e film ad ingresso gratuito e le richieste sono state davvero molte: «ho contattato i genovesi tramite una lettera, di quelle che oggi non si mandano più perché c’è Internet… ma gli anziani non usano il computer, non fanno caso ai volantini e magari non comprano il giornale tutti i giorni. La lettera, invece, è uno strumento diretto che ha creato una comunità over sixty con cui sono in contatto ancora oggi». Chi volesse unirsi a questa community e ricevere le informazioni sugli eventi culturali, può scrivere una lettera all'Assessorato alla Cultura, all'attenzione di Maria Cristina Castellani.

Il progetto Arcipelaghi propone invece la presentazione di libri che trattano temi sociali, «dai diritti delle donne a quelli degli stranieri: un contenitore che aiuta a riflettere».
Leggi con noi è l’iniziativa che spinge giovani e non alla lettura più assidua grazie ai Biblio bus: «si tratta di pulmini che portano in giro libri per tutte le biblioteche della Liguria. Quest’estate i bus si fermavano sulle spiagge ed è stato un gran successo. I libri si possono anche richiedere». Il futuro, poi, prevede i Percorsi risorgimentali - che dal 4 novembre proporranno mostre, concerti, guide sul territorio e un libro dedicato a Mazzini – mentre è già attiva la rassegna Un mondo di cinema, che al Sivori e al City propone pellicole di qualità.
Dalla passione con cui parla delle molte proposte teatrali, cinematografiche e musicali sembra che Castellani sia animata da autentica passione. «La cultura aiuta a stare meglio e condividere le emozioni è necessario per vivere bene. Soprattutto trovo che la musica sia terapeutica». Così l’assessore mi ricorda che il novembre chiavarese sarà animato da una due giorni di Healing music, «musiche per concentrarsi e rilassarsi».

Ma oggi non è sempre facile organizzare eventi di qualità: la cultura italiana sta attraversando una grande crisi a causa dei tagli della finanziaria: è possibile superare il problema? Lei sospira: «c'è molto lavoro da fare. Bisogna unirsi in quello che io chiamo un "progetto Lasonil", formando una catena di buona volontà che porti ad organizzare, ad esempio, eventi gratuiti. Si potrebbero così appoggiare iniziative culturali dedicate a persone che in genere non possono permettersi di andare a teatro. L’importante è non sedersi sugli allori. Bisogna collaborare con i Comuni: i soldi sono pochi, per questo dobbiamo unirci e lavorare insieme».
«E noi donne sappiamo bene cosa significhi occuparsi della gestione accurata dei soldi…», aggiunge sorridendo.

Per info


Nella foto: Maria Cristina Castellani

Potrebbe interessarti anche: , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte