Magazine Sabato 8 ottobre 2005

Serial killer de noantri

Ho sempre pensato che il serial killer fosse quel personaggio che veniva smascherato e ucciso un momento prima del telegiornale della notte; che fosse l’interprete omicida dei film trasmessi in tv. Credevo anche che il serial killer fosse un prodotto specificatamente americano. Ma con il libro di Gordiano Lupi, Serial killer italiani. Cento anni di casi agghiaccianti da Vincenzo Verzeni a Donato Bilancia (Editoriale Olimpia Firenze, pp. 300, 16.50 Eu), scopro che l’omicidio seriale è sì, un problema soprattutto del Nord America - dove possiamo contare addirittura l’80% di tutti i serial killer del xx secolo - ma anche quanti assassini seriali hanno accompagnato la storia italiana negli ultimi cento anni.

Io sapevo di Jack lo squartatore a Londra, avevo sentito parlare del mostro di Milwaukee, Jeffrey Dahmer, di Leonarda Cianciulli, la saponificatrice di Correggio. Sono arrivato a conoscere i genovesi Minghella e Bilancia, ma mai avrei pensato a tutti quei pazzi omicidi che compongono l’elenco, fatto in modo dettagliato, del libro.
Gordiano Lupi ha fatto un grande lavoro di ricerca, illustrando come questi criminali siano uniti da comportamenti simili: ci sono molti caratteri comuni, che si rivelano determinanti nello scatenare i crimini più violenti. Le loro vittime sono spesso oggetto di violenze subite dai loro carnefici nell’infanzia.
Le deviazioni sessuali, le privazioni affettive, la mancanza di cultura sono l’humus comune per generare quello che la comunità solitamente definisce i ‘mostri’.

L’elenco dei criminali omicidi inizia con Antonio Boggia e Vincenzo Verzeni, che agirono a metà dell’800, per arrivare ai giorni nostri con Ludwig, la Uno Bianca, il mostro di Firenze, Donato Bilancia, Unabomber ed in ultimo le Bestie di Satana.
Nel finale l’autore ci mette in guardia ricordandoci che molti serial killer potenziali vivono attorno a noi e sono pronti a scatenare la loro furia omicida: la struttura della nostra società è anch’essa uno dei molti fattori legati al tragico fenomeno.
Gordiano Lupi - editore e scrittore di noir - scopre che la realtà a volte batte la fantasia. Così fa suo il motto di Stephen King: "racconta solo la verità e non inganni il lettore".

Il libro è stato presentato alla Portoanticolibri di Palazzo Millo venerdì 7 ottobre, mentre lunedì 17 ottobre l'autore sarà ospite di Corrado Augias nella trasmissione televisiva Le storie, su Rai Tre alle ore 12 e 45.

Giorgio Boratto
di Giorgio Boratto

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Most Beautiful Island Guarda la scheda del film