Cinema da assaggiare - Magazine

Attualità Magazine Venerdì 7 ottobre 2005

Cinema da assaggiare

Magazine - L’appuntamento è dopo l’ufficio, per godersi la visione di una pellicola assolutamente a stomaco vuoto. Sembra una tortura, in realtà è la serata inaugurale di MilanoCinemaSlow, la manifestazione cine-gastronomica realizzata a Milano in collaborazione con Slow Food e la Fondazione Cineteca Italiana che si tiene allo Spazio Oberdan, dal 4 al 9 ottobre. La proiezione comincia alle nove, ma Giulia mi ordina di essere lì almeno un’ora prima e rigorosamente a stomaco vuoto. «Fidati e capirai…non ti voglio far morire di fame, ma apprezzare di più le cose…».

Così, nonostante le mie lamentele e quelle del mio stomaco, provato da una misera piadina a pranzo, cerco di resistere. Giulia è milanese e ha lavorato come volontaria alle Botteghe del Mondo ed è lei che mi ha fatto conoscere MilanoCinemaSlow, il progetto realizzato in collaborazione con tanti ristoranti, enoteche e locali milanesi. Tra questi, Chicobar, il bar gestito dalla cooperativa Chico Mendez che fa parte dell’Associazione Botteghe del Mondo e che, in occasione di questa manifestazione, apre le sue porte ai partecipanti alla rassegna, offrendo degustazioni di prodotti equo-solidali. Prodotti che Giulia mi promette in cambio del mio digiuno forzato.

MilanoCinemaSlow è un’iniziativa ben strutturata e che offre moltissimi spunti e occasioni di dibattiti: in sei giorni verranno proiettati 14 lungometraggi, 13 corti e 3 antologie, tutti rigorosamente incentrati sul rapporto tra cinema e gastronomia, per soddisfare tutti i tipi di appetiti, da quelli fisici e quelli intellettuali. Sono proprio il piacere della buona tavola e l’amore per il cinema le linee guida di questa manifestazione, che non vuole però limitarsi a offrire momenti gaudenti, ma essere anche occasione di riflessione e consumo critico. Non è un caso che ad aprire la manifestazione sia il documentario proiettato in anteprima mondiale Terra Madre, prodotto da Kenzi Production e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità. I due episodi presentati, Manrique e l’odissea del Caffè e Bitto, il formaggio perenne, sono documenti di denuncia e stupore: il primo conduce a Huehuetenango, in Guatemala e presenta le drammatiche condizioni di vita di chi produce quel caffé che in un attimo noi consumiamo al bar; il secondo, racconta il rito vecchio di duemila anni della produzione in Valtellina del bitto, l’unico formaggio al mondo che – prodotto immediatamente dopo la mungitura – è in grado di invecchiare dieci anni e oltre. E poi la proiezione di film storici come Riso Amaro con, a seguire, il canto delle mondine; o, ancora, recenti documentari di denuncia, come Super Size Me, di Morgan Spurlock.

Sono la terza a fare i biglietti per “la grande abbuffata”, il film di Ferreri, magistralmente interpretato da Marcello Mastroianni e Ugo Tognazzi, racconta la storia di quattro amici che decidono di “autodistuggersi”, richiudendosi in una casa e lasciandosi andare ai piaceri del cibo e della carne. È un’abbuffata di consumismo crudo e grottesco che, pur mettendo tutto a disposizione fino a scoppiare, lascia un vuoto profondo. «Questo è il contrassegno per dopo, per lo spuntino», mi indica la ragazza alla cassa, mentre Giulia vede i miei occhi illuminarsi. Il film è drammaticamente divertente, profondo e intenso. Alla fine delle due ore di proiezione, Giulia mi porta nella sala adiacente dove, insieme agli altri settanta che primi hanno fatto il biglietto, uno spettacolo meraviglioso si propone alla nostra vista: una tavola imbandita, pane, vino o porchetta d’Abruzzo per compiacere, dopo la vista, anche lo stomaco.

MilanoCinemaSlow – Fondazione Cineteca Milano
4 – 9 ottobre 2005
Programma completo:

Potrebbe interessarti anche: , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte