Al Sivori un mondo di cinema - Magazine

Cinema Magazine Mercoledì 28 settembre 2005

Al Sivori un mondo di cinema

Mezzogiorno di fuoco, La gatta sul tetto che scotta, La vita è meravigliosa. Titoli conosciuti dai più, visti in tv, in Dvd o nelle vecchie Vhs. Ma vedere un classico nel buio della sala cinematografica è decisamente un'altra cosa: il grande schermo, il chiacchiericcio soffuso del pubblico, che si zittisce appena compaiono i primi titoli.
Questo è il cinema, e questa è l'atmosfera che la Sala Sivori vuole ricreare proponendo, dal 3 ottobre fino al 20 dicembre, quattro appuntamenti dedicati al cinema tradizionale e di qualità.

«Vorremmo rieducare il pubblico alla visione dei film nella loro sede», spiega Alessandro Giacobbe, presidente del , «anche se già visti in tv. Saranno pellicole appartenenti a diversi filoni cinematografici». La rassegna Un mondo di cinema vede nascere la collaborazione tra Cineteca Sivori e la Provincia di Genova. A presentare il programma durante la conferenza stampa di mercoledì 28 settembre è stata infatti Maria Cristina Castellani, assessore alla Cultura.
Ed ecco il programma. Si parte lunedì 3 ottobre con i Percorsi del cinema western: da I cavalieri del nord ovest di John Ford a Là dove scende il fiume, di Mann. E ancora i grandi classici degli anni '70, che hanno visto un crescente interesse nei confronti dei nativi americani, fino ad arrivare al western italiano di Sergio Leone. Ma i primi quattro film della rassegna Western saranno dedicati a Leonard Peltier, nativo Anishinabe Lakota Sioux arrestato ingiustamente in Canada nel 1976.

Dal 21 novembre, Ritrovati e restaurati costituirà un omaggio alla Cineteca Nazionale, «che ci permette di presentare al pubblico due pellicole, recentemente restaurate, che sono state proiettate all’ultimo Festival del Cinema di Venezia», ha spiegato Giacobbe. Si tratta de Il rossetto, di Damiano Damiani, e di Senza pietà, diretto da Alberto Lattuada. Gino Lulli, figlio di Folco – uno dei protagonisti del film di Lattuada – sarà ospite al Sivori il 21 novembre insieme ai responsabili della sezione restauro della Cineteca Nazionale.
La sezione Ritratto d’attore sarà dedicata a Paul Newman: dal 28 novembre al 12 dicembre verranno proiettati sei film che hanno visto protagonista l'attore dagli occhi di ghiaccio. Da Furia selvaggia di Arthur Penn a La gatta sul tetto che scotta di Richard Brooks.
«Il cinema è un mondo da condividere, e la Provincia crede nei prodotti di qualità, che diano messaggi lasciando una traccia morale», ha specificato Castellani, che si è tra l’altro occupata della giornata conclusiva del ciclo, dal titolo Corona d'Avvento. Il 19 dicembre l’appuntamento sarà con un film prettamente natalizio: La vita è meravigliosa. Un mix di commedia, dramma e invenzioni fantastiche pensate e dirette da Frank Capra.

Ma non finisce qui: evento collaterale alla rassegna è la serie di proiezioni dedicate al cinema e alla fede. Dal 10 al 24 novembre (ogni giovedì) la Federazione delle chiese evangeliche presenta tre film: il primo è firmato da Pier Paolo Pasolini (l’introvabile Il vangelo secondo Matteo), il secondo da Eric Till (Luther) e l'ultimo da Ingmar Bergman (Luci d’inverno). Tutti e tre alle 21 e ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Interverranno ogni sera rappresentanti della chiesa protestante.

Nel corso della rassegna sarà possibile acquistare i libri dedicati a Leonard Peltier (tra gli altri, La mia vita del sole) e alla situazione attuale degli Indiani d’America (Il coraggio d’essere indiano, di Edda Scozza). In omaggio per il pubblico sarà poi disponibile il catalogo della rassegna.

Ecco quali saranno gli appuntamenti ad ingresso gratuito:
4 ottobre mattina: The silent enemy e Soldato blu (per le scuole).
24 novembre: Il rossetto e Senza pietà (per tutta la giornata.
17 ottobre: I cavalieri del nord ovest, ore 16.00 (per gli over 60).
5 dicembre: Lassù qualcuno mi ama, ore 16.00 (per gli over 60).
19 dicembre: La vita è meravigliosa (tutta la giornata).
20 dicembre: La vita è meravigliosa (mattina, per le scuole).

Nella foto: una scena tratta da "Mezzogiorno di fuoco"

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan