Museo in corto - Magazine

Cinema Magazine Domenica 25 settembre 2005

Museo in corto

Magazine - Quando: mercoledì 28 Settembre e giovedì 29 settembre (2 programmi differenti)
A che ora: 16,30
Dove: Museo d´Arte Contemporanea di Villa Croce via Jacopo Ruffini 3 - 16128 Genova
Info: 010 585772-580069.

Chi avesse perso potrà vedere un'ampia selezione dei film in concorso nella splendida cornice del Museo di Villa Croce. L´appuntamento è per mercoledì 28 e giovedì 29 settembre, alle ore 16.30, con i film vincitori del Concorso Nazionale per Cortometraggi e Documentari e con una selezione di film in concorso realizzati da autori genovesi e liguri.

Dodici i film presentati nella rassegna, fra cui il divertente Gli ultimi, di Riccardo Marchesini, che ha ottenuto sia il Primo Premio della giuria ufficiale per la miglior fiction che il Premio della Critica. Ambientato negli anni Settanta durante la difficile preparazione di una Festa dell'Unità in un piccolo paese emiliano, Gli ultimi, come ha evidenziato la giuria nel suo verbale, è "un film che sa raccontare con ironia e humor i sogni e le ambizioni di un microcosmo della provincia comunista emiliana frustrati dal temporale dei nuovi tempi che cancella inesorabilmente le speranze della rivoluzione".
Di grande impatto Cinquecentomila leoni di , che ha realizzato il film con la collaborazione di Gianfranco Funari - strepitoso protagonista in canottiera - e dello scrittore . Il film racconta la storia di John Weissmuller, campione olimpico di nuoto e celebre interprete di Tarzan, l´uomo scimmia, che sta trascorrendo la fine della sua esistenza in uno spazio a metà fra un ospedale psichiatrico e la sua immaginazione, fra realtà e irrealtà.

Innovativi, ironici e divertenti Buongiorno, di Melo Prino (menzione speciale della giuria) e Neon di Francesco Cannito (Premio Daunbailò), mentre si iscrive nella tradizione della commedia sofisticata Naufraghi, di , attualmente impegnata nella scrittura de Il caimano, l´ultimo film di Nanni Moretti.
Un cast tutto ligure per l´esordio dietro la cinepresa di Gigi Piola, che ha scelto come protagonista del suo Radiopanico un inedito , mentre la brava è protagonista del divertente Tutto brilla, storia di un giovane venditore di aspirapolvere che la vigilia di Natale capita nelle mani di tre annoiate signore di mezza età che passano il loro tempo a prendersi gioco dei rappresentanti.

Originale l´opera prima del giovane Rino Alaimo A milioni di chilometri dalla terra, realizzato animando vecchi giocattoli e ricreando le storie favolose e immaginifiche dell'infanzia: un inno alla totale libertà della creazione e dell´improvvisazione. La diversità, invece, è il fulcro tematico de Il circo delle soglie di Serena Mora e Simone Pecorari, trattato con grande originalità narrativa e stilistica.
Arrivato al Genova Film Festival (David di Donatello 2005 per il miglior cortometraggio), Aria di Claudio Noce - storia di un ragazzo ingabbiato nella periferia romana di Tor Bella Monaca che trova il coraggio di affrontare la vita grazie all´amicizia del boss del quartiere - ha aggiunto al suo palmares il Premio per la miglior colonna sonora assegnato dalla giuria del GFF. Sul versante del documentario due i lavori proposti, premiati ex-aequo dalla giuria del Festival: Détour De Seta di Salvo Cuccia, "attraverso un grande omaggio a Vittorio De Seta e al suo impegno cinematografico, racconta i conflitti culturali dovuti alla modernizzazione della società che hanno lacerato per più di mezzo secolo l´Italia e che ora sono sostituiti da nuove culture e dall´umanità dolente dell´immigrazione". Un inguaribile amore di Giovanni Covini, invece, è un breve documentario che racconta la storia di una coppia il cui amore dura da dieci anni nonostante una terribile malattia abbia colpito Cesare, il marito, costringendolo progressivamente all'immobilità totale. Un film che la giuria del Festival ha premiato "per la drammaticità, l´originalità e il coraggio con cui racconta il tema della malattia per approfondire ed esplorare la forza dei sentimenti".


IL PROGRAMMA

Mercoledì 28 settembre

Gli ultimi di Riccardo Marchesini (30') Premio miglior fiction; Premio della Critica
Il Circo delle soglie di Serena Mora e Simone Pecorari (23') fiction
Cinquecentomila leoni di Andrea Liberovici (15') fiction
Buongiorno di Melo Prino (8'); Menzione speciale della giuria (fiction)
Aria di Claudio Noce (25') Menzione speciale della giuria; Premio Miglior Colonna Sonora
Neon di Francesco Cannito (12'40") Premio Daunbailò

Giovedì 29 settembre

Naufraghi di Federica Pontremoli (12') fiction
Radiopanico di Gigi Piola (13'39") Menzione speciale Premio Cinemavvenire
Tutto brilla di Massimo Cappelli (14') fiction
A milioni di chilometri dalla terra di Calogero Alaimo (20') fiction
Un inguaribile amore di Giovanni Covini (15') Premio miglior documentario (ex-aequo); Menzione speciale Premio della Critica
Détour De Seta di Salvo Cuccia (57') Premio miglior documentario (ex-aequo)

Incontro con gli autori: interverranno i registi Andrea Liberovici, Serena Mora e Simone Pecorari (mercoledì 28), Rino Alaimo e Gigi Piola (giovedì 29).

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan