Magazine Martedì 13 settembre 2005

I dischi di via del Campo

Magazine - L’attività della riparte dai postumi del 2004, anno in cui si è convulsamente cercato di acchiappare l’acchiappabile e fare tanti, forse troppi, eventi. , dice «è stato come uno tsunami». Il problema è tornato ad essere il solito: come fare a tirare avanti la carretta.
A parte questo, la stagione 2005/06 propone varie iniziative.

Sabato 24 settembre alle 17.30 verrà proiettato in anteprima assoluta il documentario del regista francese Joël Maître dal titolo Genova Blues. Si tratta di un tributo alla figura di e del suo noto negozio di dischi in via del Campo. Artisti, poeti, scrittori e gente comune raccontano Genova dipingendone un ritratto vero e “ruspante”. Il fil rouge è la voce di , che con le sue canzoni ha reso immortali queste atmosfere.

Gli appuntamenti con la Stanza della Poesia non finiscono qua.
Dal 6 all’8 ottobre 2005 infatti, dalle 16 alle 19 sempre nella Stanza della Poesia – sarà la follia dei versi di Vitrac, Ernst, Rimbaud, Plath e altri a tenere banco. Così come le canzoni di alcuni tra i più visionari rocker: Sid Barrett, Pink Floyd, Lemon Kittens e Hugh Hopper in testa. Nella parte video uno dei primi film di Almodovar, L’indiscreto fascino del peccato e il surreale Paura e delirio a Las Vegas, sulle vicende di Terry Gilliam. Si prosegue con Arrabal, Jodorowsky e Zulawski.

Il 20, 21 e 22 ottobre 2005 poi – sempre dalle 16 alle 19 nella Stanza della Poesia – i versi di De Sade, Apollinaire, Pasolini si mescoleranno ai brani di Zappa, , Fugs, Gaber, Gainsbourg. Tra le immagini oltraggiose quelle di Natural Born Killers (Stone), Freaks (Browning), Pistol Opera (Suzuki).

Infine, tre appuntamenti per rinfrescare la memoria su alcuni dei personaggi che sono passati da Genova negli ultimi undici anni di Festival Internazionale di Poesia. Il 13 ottobre verrà proiettato un video con un’intervista a Mario Luzi del 1997. Il 14 ottobre si rivedrà la lettura di nel 2004. Il 27 ottobre verrà riproposta una conversazione tra Alvaro Mutis e del 1997.

A partire da febbraio proseguirà l'appuntamento con Poesie Vocali Consonanti, conferenze monografiche, la rassegna Helzapoppin in collaborazione con il Teatro della Corte. Da maggio ci si mette a lavorare sul Festival di Poesia numero dodici. Ma di questo parleremo a tempo debito.

Info
www.pozzani.org

Nella foto: Gianni Tassio

di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Escape room Di Adam Robitel Thriller, Drammatico, Horror, Fantascienza U.S.A., 2019 Thriller psicologico che vede protagonisti sei sconosciuti che si ritrovano coinvolti in un gioco pericoloso e sono costretti ad usare l’ingegno per trovare indizi e salvare la propria vita. Guarda la scheda del film