Concerti Magazine Teatro Carlo Felice Giovedì 22 settembre 2005

Jurowski al Carlo Felice

Magazine - Venerdì 23 settembre 2005, alle 20.30, Michail Jurowski torna al Teatro Carlo Felice, dopo il grande successo di Parsifal, per dirigere uno dei concerti più attesi della stagione. Al centro della serata, si pone il celebre Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 61 di Ludwig van Beethoven, un delicato ripensare i giovanili studi di violino e insieme un accendersi di slanci lirici, proiettati verso il futuro. Il solista è uno dei maggiori virtuosi di oggi, il berlinese Kolia Blacher, allievo di Sandor Vegh, violinista prediletto da Claudio Abbado, partner cameristico di Bruno Canino e già protagonista di incisioni e concerti con le più grandi orchestre del mondo. Blacher suona il famoso Stradivari “Tritton” del 1730.

Prima del suddetto concerto, Jurowski dirigerà in prima italiana un lavoro cui è molto legato, la suite da concerto che Prokof’ev scrisse nel 1937 (centenario della morte di Puškin) per il film La dama di picche, del regista Michail Romm, mai completato, e che lui stesso ha ritrovato e organizzato per l’esecuzione, creata a Berlino nell’ottobre del 2003.

Poi il concerto terminerà con un altro pilastro della musica russa: la Sinfonia n. 5 in re minore op. 47, di Dmitrij Šostakovic, la più popolare – anche intenzionalmente, come risposta alle critiche ispirate da Stalin – e la più lirica delle sue sinfonie.

Nella foto Michail Jurowski

Potrebbe interessarti anche: , Festival di Sanremo 2019: Bisio e Virginia Raffaele sul palco con Baglioni , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte

Oggi al cinema

L'agenzia dei bugiardi Di Volfango De Biasi Commedia 2019 Il seducente Fred, l'esperto di tecnologia Diego e l'apprendista narcolettico Paolo sono i componenti di una diabolica e geniale agenzia che fornisce alibi ai propri clienti e il cui motto è 'Meglio una bella bugia che una brutta verità'.... Guarda la scheda del film