Urban Bodies: pensare con il corpo - Magazine

Attualità Magazine Mercoledì 21 settembre 2005

Urban Bodies: pensare con il corpo

La danza è il potere di pensare con il corpo... Ci sono tanti pensieri che solo il corpo può pensare. La danza è una scrittura che cambia e si rinnova continuamente, come le parole scritte sull'acqua.
- Mats EK -

Cosa ne direste di una città rinnovata dalla cultura? Le piazze e i palazzi genovesi che diventano palcoscenico grazie alla terza edizione di , la manifestazione che mette in primo piano la danza e gli artisti europei?
Il festival internazionale organizzato dall’Associazione - - in collaborazione con Regione Liguria, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Genova, il Settore Musei, il , la Camera di Commercio di Genova, il e il Comune di Finale Ligure – animerà la città e il suo centro storico da giovedì 22 a domenica 25 settembre, giorno in cui Genova passerà il testimone a Finale Marina (Finale Ligure), il cui borgo ospita la rassegna per la prima volta.

Le novità di quest’anno sono molte. Prima fra tutte, il coinvolgimento di molti artisti europei nel progetto: «per diffondere la cultura e per far conoscere a tutti il potere della danza», ha spiegato Eliana Amadio - direttore artistico di Corpi Urbani insieme a Giovanni Poleggi - nel corso della conferenza stampa di mercoledì 21 settembre; «tra gli ospiti più illustri, la compagnia francese Olivier Bodin, che si esibirà in piazza Banchi, piazza San Luca, piazza Lavagna e in una performance giocata sull’interazione con il pubblico e lo spazio. Il coreografo svizzero Thomas Hauert, accompagnato da Michel Debrulle, darà vita a uno spettacolo incentrato sull’improvvisazione a ».
Vedremo poi il berlinese Johan Lorbeer sospeso sulla facciata di un palazzo (il luogo dove avverrà la spettacolare esibizione sarà deciso nei prossimi giorni).

Molti saranno anche gli eventi collaterali: dalla Spagna, la danzatrice Olga Alvarez e il coreografo Carles Salas presenteranno, al Museo Biblioteca dell’Attore, il libro di Silvana Sinfisi: Storia della Danza Occidentale. Dai Greci a . Salas terrà inoltre, nella settimana antecedente al Festival, un laboratorio gratuito di Danza Urbana. E a fine corso i ballerini si esibiranno in una performance nientepopòdimenoche in piazza De Ferrari.
Corpi Urbani ospita inoltre la giornata conclusiva di Corpi in danza, il progetto nato per avvicinare il pubblico a un'arte ancora poco conosciuta attraverso seminari, incontri ed esibizioni (sabato 24 settembre, ore 17.30, ai Giardini Baltimora). Presso la si svolgerà, sabato 24 settembre alle 11, una Tavola Rotonda durante la quale gli artisti parleranno dei loro progetti.

Sabato 24, in via Garibaldi a partire dalle 22.30, sarà anche il giorno della Notte bianca della danza: a Palazzo Bianco gli artisti genovesi risponderanno alle proposte artistiche dei performers stranieri dando vita a una serata del tutto particolare. Anche il Banano Tsunami dedicherà una serata agli eventi di Corpi Urbani: venerdì 23 settembre si ballerà con i dj Donpasta e La Mescla.
Finale Marina, infine, regalerà una domenica 25 settembre tutta dedicata alla danza: «il centro storico della cittadina rivierasca unirà il suo aspetto urbano a quello culturale», ha concluso Amadio, «le iniziative avranno inizio alle 16.00 e si concluderanno alle 20.00».

Nella foto: le esibizioni sono già iniziate. Ecco alcune ballerine in piazza De Ferrari

Potrebbe interessarti anche: , PEC facile per tutte le aziende con un software di progettazione interamente italiana , Come abbattere le barriere architettoniche con i montascale per disabili , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica