Bryan Adams: il fotografo rocker - Magazine

Attualità Magazine Mercoledì 14 settembre 2005

Bryan Adams: il fotografo rocker

Magazine - Bryan Adams suonerà a Genova, presso il Mazda Palace, giovedì 15 settembre alle ore 21.


Leggi le altre notizie su di Cristiana Stradella

Gli accrediti per il concerto arrivano alle 5 di martedì pomeriggio, prendere o lasciare.
Io prendo.
Due posti in tribuna per il concerto di al Mazda Palace di Milano, sono un regalo davvero inaspettato.

«Se volessi potrei fare il fotografo a tempo pieno», dice Adams in un’intervista, «ma non mi interessa, la passione per la musica è troppo grande».
Ha infatti fotografato nella sua “altra carriera” personaggi come Hillary Clinton, Jennifer Aniston, Gwyneth Paltrow e la Regina Elisabetta. Quest’anno ha pubblicato American Women, un libro con i ritratti delle donne più famose degli States e ultimamente ha firmato un servizio fotografico per una rivista italiana con Laura Pausini come protagonista.

Non ha un nuovo disco da promuovere, l’ultimo è Room Service del 2004, eppure il rocker canadese riempie i palazzetti, come qui a Milano, dove ha raccolto un pubblico davvero eterogeneo. Vicino a me ho un’intera famiglia con due figli adolescenti, ma la più scatenata è la mamma, e una coppia di ragazzine: 40 anni in due, che si sciolgono in un brodo di giuggiole quando la chitarra di questo eclettico 46enne comincia a snocciolare i suoi più grandi successi.
In un clima più da sagra di paese che da concerto rock. Sarà perché la Festa Nazionale dell’Unità circonda il Mazda, sarà l’odore di salamella e cipolla nell’aria o la tombolata che qualcuno sta organizzando in uno stand proprio di fronte all’ingresso, fatto sta che l’atmosfera è vivace, ma rilassata.
Le quasi tre ore di concerto sono un bignami musicale dei pezzi più famosi della carriera di Adams, cominciata negli anni ’80. Nessuna interruzione, ma in sequenza e senza fiato brani come: , , , , e , con il pubblico che canta, canta e ancora canta tutte le canzoni e ogni tanto improvvisa cori che stupiscono lo stesso cantante.

E lui ringrazia a modo suo, correndo su e giù per il palco con il fido chitarrista e amico Chris che sembra la sua fotocopia, stesso look, jeans e maglietta nera, stessa zazzera spettinata. Cambia chitarra a seconda della canzone, salta, balla, grida e canta. Canta e suona con un incredibile entusiasmo, con quella meravigliosa voce roca che graffia nei pezzi più veloci e accarezza nelle sue ballate morbide, Everything I Do) I Do It For You"> ad esempio o la delicata .

Il palco è essenziale, è sufficiente la buona musica a riempire gli spazi. Due megaschermi al lato della struttura principale mostrano le riprese in diretta che due cameraman si sudano a bordo palco, cercando di stare dietro all’adrenalinico canadese.
Per cantare When you’re gone, nell’originale in coppia con la Sporty Spice Melanie C, sceglie tra il pubblico Valentina, vent’anni di entusiasmo, che sale saltellando sul palco. Scambiano quattro chiacchiere e duettano dividendosi il microfono, lui divertente e divertito lei con il sorriso estatico stampato sulla faccia di qualcuno che sta vivendo qualcosa di grande. Anche se la cosa fosse stata combinata, riesce bene davvero!!!
Chiudono il concerto un paio di bis d’obbligo e l’entusiasmo dei fans che non smettono un attimo di urlare il suo nome e di ballare, fino all’ultimo secondo, finché le luci non si spengono, finché nell’aria rimangono solo l’odore di salamella e cipolla e i numeri della tombola chiamati da un microfono.

Cristiana Stradella

Nella foto: Brian Adams in concerto

Potrebbe interessarti anche: , Gestire una grande attività? Non si può fare tutto da soli! , Giardinieri e impianti d'irrigazione: ecco i servizi a domicilio per un verde «da far invidia al vicino» , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio