Concerti Magazine Martedì 23 agosto 2005

Di tutto di più alla Festa dell'Unità

Tra le poche cose che rendono il rientro agostano in città degno di essere vissuto, c’è l’immortale appuntamento con la Festa dell’Unità, che quest’anno impegnerà la Fiera del Mare dal 25 agosto al 18 settembre.
Presentato il programma degli appuntamenti, che è semplicemente furibondo. Concerti, film, spettacoli teatrali, intrattenimento per l’infanzia, mostre, conferenze, ballo liscio… roba da andar fuori di testa.
Ma andiamo con ordine.

Cicciuta e libidinosa la lista dei concerti.
«È praticamente tutto il meglio di quel che c’è ora a livello di tournée in giro per l’Italia. E abbiamo fatto un grosso sforzo economico per mantenere contenuto il prezzo del biglietto», sottolinea Roberto Adorno, responsabile dell’area spettacoli. Non si può che apprezzare. Eccovi in dettaglio la scorpacciata di live, tutti con inizio alle 21.30 e tutti in programma al padiglione C. Inoltre, a meno di specifica segnalazione, l’ingresso è gratuito.

25 agosto Bianco Plumbeo + Manyman

26 agosto Steve Rogers band, ingresso 10 Eu

27 agosto Cuba Cuba

28 agosto Hip Hop One Nite

29 agosto Genova Pro IST (Gruppo Cafè Latino, Massimo Morini e altri)

30 agosto Radio Gaga

31 agosto Ganjamama

1 settembre Acthung Babies

2 settembre Divina

3 settembre Sulutumana

4 settembre Asilo Republic

5 settembre Negramaro, ingresso 8 Eu

6 settembre Simone

7 settembre Gem Boy

8 settembre Compagnia Gilberto Govi

9 settembre Roy Paci & Aretuska.


10 settembre Dirty Balls

11 settembre Roberto Vecchioni, ingresso 14 Eu

12 settembre Luca Barbarossa

13 settembre Elio e le storie tese, ingresso 14 Eu

14 settembre Planet Funk, ingresso 14 Eu

15 settembre Serata gruppi genovesi

16 settembre Dal Comedy Club…

17 settembre Antonello Venditti, ingresso 20 Eu

18 settembre Elisa, ingresso 20 Eu

Non meno interessante , che sarà presentato nella Sala Lino Miccichè all’interno dell’auditorium. «Una sala vera e propria, e non uno spazio improvvisato come spesso capita in queste occasioni», spiega orgoglioso Andrea Pera, che ha organizzato la rassegna in collaborazione con il critico Umberto Rossi e con Alessandro Giacobbe ed Elisabetta Costa, gestori di alcune importanti sale genovesi (Odeon, Sivori, Ariston) e tra coloro che maggiormente hanno scommesso sul rilancio del cinema in città dinnanzi allo strapotere delle multisale.
La rassegna si orienta su cinque differenti percorsi tematici: la Resistenza vista dai tedeschi, il disagio nel mondo del lavoro, il pianeta Cina, il rapporto tra Islam ed Occidente e la violenza nel cinema moderno. Con l’aggiunta di due chicche da non perdere: venerdì 26 agosto la proiezione di Achtung banditi!, pellicola del 1951 di Carlo Lizzani realizzata grazie al sostegno economico di una cooperativa di spettatori e produttori cinematografici (caso pressochè unico nella storia del cinema) che avevano firmato apposite sottoscrizioni, e realizzata sfruttando unicamente armi di legno, poiché il governo, temendo una rivolta comunista, aveva proibito sul set l’utilizzo di armi vere, seppure caricate a salve. L’altra occasione speciale sarà invece giovedì 8 settembre, con l’anteprima de Il castello errante di Howl, nuovo capolavoro del maestro dell’animazione Hayao Miyazaki.
Tutte le sere ingresso a 3 Eu, con l’eccezione della Serata Kill Bill (3 settembre): due film a 5 Eu. Le proiezioni iniziano ogni sera alle 21.30.

C’è poi il cartellone degli spettacoli organizzati dalla Sinistra Giovanile: gruppi musicali e spettacoli teatrali con spunti politici più marcati rispetto alle altre sezioni. Presso i palchi sarà allestita una raccolta di fondi per sostenere il progetto Emergenza nutrizionale in Shael.

Non potranno lamentarsi nemmeno i vostri fanciullini. È infatti in programma . La rassegna, organizzata dall’, si concentra attorno ai più importanti artisti liguri, senza trascurare nomi importanti del panorama nazionale, e spazia dal teatro d’attore a quello di burattini, sino alle marionette.

Infine lo , quest’anno dedicato al sessantesimo anniversario della Liberazione e al tema della guerra: fotografie, filmati, dipinti (del maestro Alberto Helios Gagliardo) e materiale d’epoca proveniente dall’ANPI di Genova.
Accanto a tale tema principale ne è previsto un secondo, incarnato dall’esposizione Liguria: arte, paesaggi, mestieri e tradizioni, e dedicato alla riscoperta della Liguria delle tradizioni.

Direi che non ci si può lamentare.
Io non vedo l’ora.



Nella foto Elio e le storie tese

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film