Concerti Magazine Venerdì 12 agosto 2005

Il Beat alla ligure

Leggi le altre notizie dal mondo della musica su o

Avevo già avuto la fortuna di sentire questo gruppo dal vivo durante le selezioni al per partecipare al concerto del Primo Maggio a Roma. Ascoltare il loro demo non ha fatto altro che rinfrescarmi la memoria e confermare quanto avevo già provato all’epoca. I Janet Weiss Blue Band sono un gruppo ligure dedito al beat, se vogliamo descrivere brevemente la loro proposta musicale. Se vogliamo restringere ancora di più il campo, potremmo paragonarli subito ai , e chiuderla lì. Ma, in fondo, non sarebbe giusto.

Non sarebbe giusto perché una canzone come Smoke rings, anche se dalle sonorità già sentite e che rimanda ad altri tempi, è veramente affascinante. Sarà quell’unione di sax e trombe, sarà il fraseggio articolato di cui si compongono strofa e ritornello, sarà anche la voce pulita e semplice al punto giusto, saranno tutti questi fattori messi insieme o magari sarà semplicemente il caldo afoso di questi giorni, ma quando ti entra in testa non ne vuole più sapere di uscire. Una melodia realizzata da strumenti classici e fiati inizia a cullarti dolcemente e ti prende per mano, portandoti verso terre dimenticate e promettendoti quell’Eldorado che nessuno osa più sognare.

Mi desto dal torpore e mi accorgo che è partita la successiva Lovely reggae. Il titolo è già un ottimo indizio di cosa aspettarsi da questo brano: la cadenza jamaicana, il ritornello sinceramente ipnotico. Ottimo l’uso delle tastiere, che si alternano alla perfezione, incastrandosi tra un soffio di tromba e un respiro di sax. Parole sussurrate e ritmi che riportano alla memoria spiagge incantate sotto un sole oceanico, al dolce riparo dell’ombra, regalata da una palma solitaria.

Accidenti, non volevo. Ho detto quella parola, e non avrei dovuto. Oramai è troppo tardi per cancellarla, ma voi che leggete non fermatevi alle apparenze. I Janet Weiss Blue Band sono più di qualche battito nel blu. Sono più di qualche palma.

Canzoni
1. Smoke rings
2. Lovely reggae

Daniele Assereto

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film