Magazine Martedì 9 agosto 2005

Processo ad un pittore

Magazine - Venerdì 23 settembre 2005, alle ore 17.30, presso il Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce, in via Ruffini 3, i giornalisti Nico Orengo e Sergio Buonadonna presenteranno il libro di Massimo Novelli: L'eccezionale Imputato (De Ferrari Editore). Interverrà anche Alessandra Gagliano Candela, autrice della monografia Giovanni Governato - Il cromatico. Dal futurismo all’astrazione.
Per l'occasione riproponiamo la nostra recensione.

Non è la prima volta che Massimo Novelli (giornalista e scrittore) ricostruisce vite altrui. Lo ha fatto col poeta libertario Renzo Novatore e il bandito anarchico Sante Pollastro in Cavalieri del nulla, e poi con due scrittori del Novecento dimenticati: Guido Seborga ed Ezio Taddei con L’uomo di Bordighera e Un certo Ezio Taddei. L’eccezionale Imputato (De Ferrari editore, 12 Eu) racconta invece le vicende di un pittore. Si tratta di Giovanni Governato «artista eccentrico e poco conosciuto» come lo ha definito Guido Giubboni, uno dei curatori della mostra sull’arte genovese e ligure tra il 1950 e il 2000 che si è tenuta qualche anno fa nel Museo di Villa Croce.

Quella scritta da Novelli è «una storia vera, ma naturalmente di più verità, tra slabbrature, assenze e perdite», come lui stesso ammette nelle ultime pagine di questo libro.
Ma nella vita e nelle opere di Giovanni Governato ci sono interi periodi di cui non esiste alcuna traccia scritta, che non si è neppure riusciti a ricostruire attraverso i ricordi di persone vicine al pittore. Per colmare queste lacune, Novelli ha potuto solamente «immaginare con verosimiglianza».
Siamo ne La Spezia degli anni venti. Il contesto storico (occupazione delle fabbriche, marcia su Roma e delitto Matteotti) è soltanto accennato. Viene fuori, di tanto in tanto, dalle dichiarazioni dei protagonisti, dai titoli dei giornali, piuttosto che dagli atti di un processo. Da qui comincia l’avventura umana, artistica ma anche giudiziaria di Giovanni Governato, pittore anarco-futurista, che aveva mosso i primi passi collaborando come xilografo alla rivista L'Eroica di Ettore Cozzani.

Il libro si apre infatti con l’arringa del giovane avvocato Ezio Toracca, difensore di Governato, nel processo a carico di «una banda numerosa di rapinatori e svaligiatori di chiese», come titolavano i giornali dell’epoca.
Il pittore è accusato di fatti legati all’omicidio, avvenuto nei pressi di Rivarolo, dell’anarchico Renzo Novatore. Nonchè di «favoreggiamento in furto di quadri antichi e pregiati» ma l’avvocato Ezio Toracca dimostrerà che di questi quadri Governato ne aveva soltanto stimato il valore. È ormai noto infatti che in quel processo era stato trascinato per i suoi ideali libertari e per l'adesione al futurismo.

Nel 1924, dopo sei mesi in carcere, sarà comunque assolto da ogni accusa, anche grazie all’avvocato Toracca.

Del pittore futurista oggi rimangono soltanto un paio di biografie. A Giugno 2005 si è tenuta una mostra organizzata tra Villa Grimaldi Fassio e l’hotel Esperia di Nervi (dove Giovanni Governato si era trasferito nel 1930), dopodiché pare che le opere del pittore futurista siano ritornate al Museo di Villa Croce. Visitabili si, ma solo su richiesta. Per mancanza di spazi espositivi infatti, gli oli, le tempere e i dipinti che Miria, la figlia di Governato, aveva donato al museo genovese, riposano nei suoi magazzini.

Nella foto: Giovanni Governato, un particolare del suo Autoritratto, 1941

di Mina Vitiello

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film