Concerti Magazine Giovedì 28 luglio 2005

A Zeri un'estate bollente

© www.famigliamori.it

Magazine - C’era una volta, in un posto lontano lontano… che poi tanto lontano non è. In pochi conoscono , splendida vallata lunigianese che da Genova (in macchina) dista poco più di un’ora. Ma iniziamo dal principio: Zeri non è una città, né un paesino disperso tra i monti. Zeri comprende quattro vallate che nascondono splendidi borghi medievali: da Patigno a Rossano, fino a Coloretta e al Passo del Rastrello. E poi c’è la più nota Pontremoli, dove si svolge il Premio Bancarella e vera perla della Lunigiana: il suo borgo si è conservato praticamente intatto. Ma, lasciatevelo dire da una che in questi posti trascorre parte delle proprie vacanze da quando è nata, a Zeri manca da sempre quella che si chiama una “botta di vita”: belli i grandi prati dove trascorrere un pomeriggio in completo relax, divertenti le gite su per le colline, da non perdere la cucina tipica di Zeri e dintorni. Ma la sera non ce n’è per nessuno: nessun divertimento, nessun locale notturno. Dunque tutti a nanna.

Oggi le cose sembrano essere cambiate, e decisamente in meglio, «grazie ad una nuova amministrazione e all’arrivo a Zeri di un imprenditore di Cuneo», mi spiega Erik Nadotti, che gestisce lo Zeri Village, più conosciuto dagli abitanti come e dai turisti come Zum Zeri grazie alle sue piste da sci. «Da maggio 2005 organizziamo eventi per attrarre i turisti in questa zona, che in genere è ambita solo d’inverno».
Con l’inizio di agosto le attività saranno dedicate soprattutto ai giovani: «organizzeremo partite di “beach volley ad alta quota”, passeggiate a cavallo e mountain bike ed è già attivo il circuito Quad, per moto a quattro ruote». Anche i bambini avranno modo di divertirsi grazie al tubing, uno scivolo su prato da cui lanciarsi con ciambelle di plastica. È già pronto un Palazzetto dello Sport tutto nuovo ed è in costruzione un secondo rifugio («ma anche quello vecchio è stato totalmente ristrutturato»), che sarà adibito a locale notturno. E qui arriva il bello: locale notturno significa musica. Musica live.

Approderanno a Zeri gruppi emergenti che daranno vita, venerdì 5 e sabato 6 agosto, alla prima edizione dello Zeri Jammin Festival: ci saranno , Malcondita, Pornoshock, Obl, Made. E poi dj set fino all’alba. Lunedì 8 agosto, poi, si esibirà allo Zeri Village la Merulo Big Band.
«I turisti potranno soggiornare nel camping», il cui ingresso è gratuito. E che dire della cucina zerasca? «Nel rifugio è tutto fatto in casa (10 Euro a pasto con self service)», conclude Erik, «dalle tagliatelle ai ravioli d’ortica, fino ai tipici testaroli. Poi c’è “l’agnello di Zeri” e perfino la polenta con le salsicce». La polenta ad agosto?! «Certo, a 1500 metri si può fare anche questo… ».

Come si arriva a Zeri? Per scoprirlo clicca .

Nella foto in alto: le valli di Zeri.
In basso: il Passo del Due Santi

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film