Concerti Magazine Giovedì 14 luglio 2005

Gezmataz: a scuola di musica

L’esordio del , un mix di iniziative per ascoltare e insegnare la musica, è avvenuto nel 2004. Anno di grazia. Tornati coi piedi per terra (come tutti), gli organizzatori hanno costituito un’associazione culturale e sono ripartiti di slancio. Dal 18 al 25 luglio – presso l’Arena del Mare al Porto Antico, avrà luogo il secondo atto. Tra i big , e .

È la prima volta (ce n’è sempre una) che vado a una presentazione e invece di parlare si suona. Io mi ritrovo un triangolo e una bacchetta in mano; provo a distruggere l’armonia generale con rintocchi insulsi. Gli architetti di questa improvvisa Jam Session sono Marco Tindiglia – presidente della novella associazione – e Jimmy Weinstein, che insieme a Matt Renzi sono ideatori e docenti del Workshop associato al Festival.

I concerti si svolgeranno nelle giornate di domenica 24 e lunedì 25 luglio 2005. I workshop, invece, iniziano lunedì 18 e proseguono fino al 25.
L’attrazione di quest’anno è senza dubbio John Scofield (24 luglio, ore 21.30 presso l’Arena del Mare). Il chitarrista statunitense ha un curriculum che fa spavento. Il suo stile spazia dal rock al blues e al jazz. Basta dire qualcuno dei nomi con cui ha suonato: Mingus, Hancock, Corea, Cobham, Mulligan, Hall. Il grande salto lo fa alla fine degli anni ’70, quando conosce e inizia a lavorare con Miles Davis. Sul palco con lui ci saranno Bill Stewart (batteria), Dennis Irwin (contrabbasso) e Chris Potter (sassofono). .

Lunedì 25, sempre all’Arena del Mare, si esibiscono la cantante Maria Pia De Vito e la pianista Rita Marcotulli. Apre la serata, alle 21.30, il concerto del gruppo Strani Itineranti, con Mauro Avanzino (sax), Fabrizio Pugliesi (piano), Nicola Vernuccio (contrabbasso), Daviano Rotella (batteria).
Dalle 22.30 spazio a due tra le jazziste più note nel panorama italiano. La De Vito unisce la sperimentazione vocale con l’utilizzo di nuovi strumenti tecnologici. La pianista, cresciuta artisticamente al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, è attualmente una delle più richieste a livello internazionale. .

E ora gli Workshop. Già lo scorso anno avevamo visto intrecciarsi l’attività concertistica con quella didattica. I corsi durano una settimana (3 ore al mattino e 3 al pomeriggio) e si svolgeranno negli spazi dell’associazione al Porto Antico. Gli studenti avranno la possibilità di suonare nei locali della zona nelle sere tra il 18 e il 25 luglio. Il costo è di 200 Eu (incluso l’ingresso ai concerti).

Tutti i gli eventi disponibili su

Nella foto: John Scofield

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

The End of the Tour Di James Ponsoldt Drammatico U.S.A., 2015 Nel 1996, poco dopo la pubblicazione del rivoluzionario romanzo Infinite Jest, l’acclamato autore David Foster Wallace concede un’intervista di cinque giorni al giornalista David Lipsky, inviato dalla rivista Rolling Stone. Con il passare... Guarda la scheda del film