Magazine Mercoledì 13 luglio 2005

Galeotto fu mentelocale.it

Torniamo indietro di due mesi. Vi ricordate di , che arrivava a trovarci con il roboante titolo di “più giovane direttore editoriale d’Italia” sulle spalle? Durante l’intervista, tra le mille cose di cui si parlò, ci disse che stimava molto il lavoro della casa editrice .
Noi riportammo, Chinaski lesse, Chinaski chiamò Michele, Michele rispose. Morale: oggi – mercoledì 13 luglio 2005 – telefono di nuovo a Michele, stavolta in veste di giovane consulente editoriale di una casa editrice giovanissima, che sta facendo passi da gigante. Insomma, galeotto fu mentelocale.it. Queste sì che so’ soddisfazioni.

Il fatto è che la Chinaski sta per mettere in circolazione quattro nuovi titoli. La vicenda è succosa e noi ci immergiamo. La collana Borderline si arricchisce di Fuori dalla porta, romanzo di Marco Martinetti che verrà presentato giovedì 14 luglio 2005, alle ore 19, sulla terrazza del di corso Italia.
Poi c’è il noir musicale Rockiller di Giuseppe Santangelo. E ancora, Guns’n’roses – The Truth di Ken Paisli. Infine, l’antologia poetica Trasparenze.

Michele mi guida. «Martinetti è una specie di Bukowski (o Fante). Nella vita ha fatto di tutto: ha lavorato, ha avuto una vita borghese, poi è diventato barbone (di casa in piazza Colombo a Genova n.d.r.) e infine scrittore. Il libro è autobiografica, molto crudo, a volte ironico, ma dal sapore amaro. «Questo è ciò che lo differenzia da Buk - continua Michele – che non aveva voglia di lavorare, di una vita normale. Martinetti, invece, in fondo desidera essere una persona seria». Restate nelle vicinanze perché ritorneremo presto sull’argomento.

Rockiller è un libro in cui la musica ha un ruolo centrale: «non è solo colonna sonora, ma protagonista», prosegue Vaccari. Santangelo imbastisce un noir in ambiente rock, una serie di truci omicidi che si rivelano opera della stessa mano. L’alone della musica anni ’60-’70 è una presenza costante. «Giuseppe non critica un genere, un artista, un tipo di musica particolare, ma una radice e un sistema, come quello delle cover band, per esempio», conclude Michele.

E ora l’omaggio a una delle band più esplosive degli ultimi anni, i Guns’n’Roses. Il libro è opera di Ken Paisli, fedele al credo del gonzo journalism, che dice più o meno così: devi essere dentro le cose che descrivi, devi viverle. Capite bene che vivere i Guns non deve essere stata una passeggiata di salute. Guns’n’Roses – The Truth, che ripercorre quattordici anni di fuoco, e spera di anticipare l’uscita del nuovo album di Axel e compagni. Nella sezione scoop mettiamo che la serie dovrebbe proseguire con la biografia dei System of a Down.

Concludiamo con un po’ di poesia. Con Trasparenze la Chinaski si butta nel verso, affronta di petto il panorama italiano contemporaneo dando spazio alle proposte più interessanti che gli sono passate per le mani.

Info



Nella foto: Michele Vaccari
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

The predator Di Shane Black Azione, Avventura, Horror, Fantascienza U.S.A., 2018 Dai confini dello spazio inesplorato, la caccia arriva nelle strade di una piccola città nella terrificante reinvenzione della serie di Predator nel progetto registico di Shane Black. Geneticamente modificati, attraverso la combinazione dei DNA di specie... Guarda la scheda del film