Concerti Magazine Martedì 5 luglio 2005

Un Premio dedicato a Bindi

Magazine - Qualcuno, tempo fa, disse che il modo migliore per ricordarlo è far conoscere ai giovani le sue canzoni. Ed è ciò che, probabilmente, è venuto in mente ad Enrica Corsi, Armando Corsi e Stefano Delle Piane, rispettivamente direttore organizzativo, artistico e tecnico dell'Associazione Culturale di Chiavari, i quali gli hanno dedicato un'intera rassegna musicale, un concorso ad egli intitolato per valorizzare i cantautori emergenti e, naturalmente, la sua musica.

Stiamo parlando di Umberto Bindi, uno tra i più grandi compositori e musicisti che la nostra Genova ha dato alla luce. Nato nel capoluogo ligure nel 1932 e scomparso a Roma settant'anni dopo, Bindi si lascia alle spalle quasi cinquant'anni di carriera, durante i quali sforna brani come Il nostro concerto, Arrivederci e Non mi dire chi sei, che segneranno indelebili la storia della musica italiana.

Il Premio Umberto Bindi, alla sua prima edizione, rispecchia questa verità: ciascun partecipante, infatti, presenterà, oltre a due brani inediti, una propria versione di una canzone, a scelta, del cantautore ligure, rielaborandola sia dal punto di vista interpretativo che armonico.

Gli artisti partecipanti saranno valutati da una Commissione, presieduta dal cantautore Bruno Lauzi e composta da Massimo Artesi (Presidente dell'Associazione Umberto Bindi di Roma), Michele Micarelli (musicista di Umberto Bindi), Mario Arcari (musicista e Direttore Artistico del Premio), Mauro Boccaccio (giornalista).

L'appuntamento è per il 6, 7, 8 e 15 luglio a Santa Margherita Ligure in piazza Caprera e nella splendida cornice dell'Anfiteatro Giardini a Mare. Prenderanno parte alla rassegna diciotto finalisti, scelti tra quasi un centinaio di richieste di partecipazione da tutta Italia, che si esibiranno dalle 21.30 in poi, nove la prima sera e nove la seconda. Dalle prime due serate ne saranno selezionati otto, che si sfideranno nella serata finale di venerdì.

«In chiusura della rassegna», spiega l'organizzazione, «il Premio Bindi ospiterà, la sera del 15, il concerto di », uno dei "testimonial" indiscussi della canzone d'autore italiana dagli anni Settanta fino ad oggi, che presenterà un viaggio attraverso la sua musica dagli esordi alle attuali produzioni. E poi conclude: «Questo concerto vuole essere un particolare Arrivederci alla prossima edizione».

Nel frattempo, potete approfittare delle splendide serate di luglio e godervi un po' di buona musica, circondati dal verde e dal mare, in compagnia dei seguenti artisti:

Animalunga, di Treviso
Alberino Arianna, di Anacapri (NA)
Amandolese Valentina, di Genova
Caucino Fabio, di Torino
Controsole, di Siena
Edgar Cafè, di Genova
Getrò, di Genova
Grandi Hamid, di Milano
Humus, di Vignola (MO)
Lomè, di Aosta
Marco Fuori, di Genova
Mazzetti Fedeli, di Roma
Mocini Davide, di Genova
Nero Chiaro, di Genova
Nitti Fabrizio, di Genova
Opera Buffa, di Roma
Ragnini Chiara, di Genova
Seconda Marea, di Ferrara

Nella foto: Umberto Bindi

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film