Magazine Martedì 19 luglio 2005

La posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine -


Cara Antonella,
io, giovane donna indipendente e consapevole, mi sono imbattuta in un non raro caso di sindrome del pene d'oro. Un ometto - non posso sognarmi di definirlo in altro modo - che con faccia di tolla degna di nota si è permesso di mantenere intimi contatti con una sua ex pur facendosi:
1) mantenere da me
2) scopare da me
3) scorazzare da me in ogni dove (non è nemmeno patente munito n.d.r.)

Il fanciullo si permetteva giochi d'equilibrismo tra me e la sua ex: un vero trapezista da storie parallele, con la presunzione di tenere piede - e pene - in 2 ciabatte (e che ciabatte!).
Sgamato da me e da lei, il nostro Re Tentenna stretto all'angolo non aveva argomentazioni persuasive. Sulle ceneri dei 2 rapporti è nata un'intesa solidale con l'altra lei: alla faccia di chi crede che non esista la solidarietà femminile!

Due menti diaboliche meditano vendetta. Ma quale?
Punire un ventenne che non ha idea nemmeno di cosa fare nella vita - o più semplicemente, con chi scopare! - è una bella sfida. Cercare di insegnargli che l'uccello va tenuto a posto e infilato in un buco per volta non è cosa facile. Ma sono finiti i tempi in cui le donne si facevano coglionare per un trastullo sessuale da poco. Ne convieni?
Una donna che vuole uscirne a testa alta (p.s. immagino che anche l'altra sia d'accordo!)


La risposta di Antonella Viale:
Cara anonima assetata di vendetta,
questo messaggio divertente, disincantato e autoironico mi fa capire che il tuo cuoricino non è esattamente spezzato, per fortuna.
Ciò non toglie che il desiderio di vendetta sia più che legittimo. Sono spiacente di dovermi servire di un luogo comune, ma se ti fidi e segui alla lettera il vecchio la miglior vendetta è il perdono, ti assicuro che otterrai un risultato inimmaginabile. Perché il proverbio in questione, che sembra trasudare carità cristiana, deve averlo inventato una donna scaltrissima in tempi in cui le donne dovevano subire e tacere.
Riflettici: il giovanotto – se la cosa era minimamente seria, se no fregatene per davvero - si sentirà in colpa, almeno quello. E il modo migliore per sottrarsi al senso di colpa – per un uomo - è trovare una ragione qualunque per detestare la donna che lo ha suscitato: se lei rivendica economicamente, se strilla, se piange si dispera e s’avvinghia, se insulta, magari ha perfettamente ragione, ma per il maschio tipo si mette dalla parte del torto e viene automaticamente cancellata. Quindi provate, tutte e due, a perdonargli, spingetevi sino a ringraziarlo per i paradisi di erotismo che vi ha generosamente offerto, magari ridacchiandoci un po’ su, ché gli venga un minimo di dubbio, salutatelo con tanto affetto e soprattutto con aria casta.

Non fategli pensare che metterete in pratica col primo venuto ciò che avete imparato, se no mi finite subito nella categoria delle, diciamo, leggere, che è l’altro pretesto classico per scaricare la cattiva coscienza. Fategli capire che gli avete voluto tanto bene, ma deve crescere un po’ e che naturalmente siete disposte a dargli qualche consiglio per diventare grande… davanti a una bella tazza di caffè. Non riuscirà a crederci.
E voi, divertitevi!



Problemi? Clicca sulla

.

Ripeto la mia raccomandazione: mentelocale rispetta il vostro anonimato al punto che neppure io ricevo gli indirizzi di posta elettronica. Quindi, se volete una risposta in privato, ricordatevi di inserire un indirizzo nel messaggio.

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Jurassic World Il regno distrutto Di J.A. Bayona Azione, Fantascienza, Avventura U.S.A., Spagna, 2018 Sono passati quattro anni da quando il parco tematico di Jurassic World è stato distrutto dai dinosauri scappati dalle gabbie di contenimento; Isla Nublar adesso è un luogo selvaggio abbandonato dagli umani dove i dinosauri sopravvissuti... Guarda la scheda del film