Concerti Magazine Venerdì 1 luglio 2005

Free Folk Ensemble @ Goa-Boa

Dopo , , , e , vi presentiamo i Free Folk Ensemble, che si esibiranno al , martedì 19 luglio presso l'Arena del Mare al Porto Antico. Insieme a loro Bandabardò e Jahmila. Ma non è un debutto: lo scorso anno furono selezionati nel concorso . Roberto ha fatto due chiacchiere con Luca (chitarrista) che ci svela il segreto del loro successo, ad appena un anno e mezzo dalla nascita del gruppo

Cominciamo con la più banale ma efficace delle domande: parlaci di voi
«I Free Folk Ensemble si sono formati nel 2004, attraverso una serie di incontri molto casuali, come spesso avviene nel mondo della musica. Il progetto è nato al fine di partecipare allo School Select (in cui hanno trionfato, ndr) e l’idea di contaminare a vicenda le nostre diverse culture musicali ci ha portato alla consapevolezza di voler proseguire con determinazione il nostro lavoro».

Il vostro gruppo è composto da persone molto diverse dal punto di vista musicale...
«Sì, ognuno di noi influenza il gruppo con i suoi ascolti e i generi che predilige. Uno dei nostri maggiori sforzi consiste appunto nel generare una sintesi da questo incontro di culture differenti, un lavoro unico che sposi le spinte artistiche di ognuno di noi. Ad esempio, io provengo dal latin-jazz, il ghirondista Matteo dal folk, Stefano che è al basso dal funky, i percussionisti Olmo e Michele dalla musica cubana mentre Davide il batterista dal rock».

L’EP Sottocosto, composto da cinque tracce, è molto bello. Si sentono davvero le influenze che hai citato sopra. Progetti per il futuro?
«Essendo nati da poco, abbiamo necessità di comporre molto, quindi quest’estate faremo alcune date, ma la priorità in questo momento si manifesta nel nostro assiduo lavoro che passa attraverso lo studio di registrazione e la composizione dei nuovi brani, alcuni dei quali proporremo al Goa Boa. Inoltre stiamo valutando alcune offerte di case discografiche per produrre e distribuire al meglio il nostro lavoro, staremo a vedere».

Quale sarebbe il gruppo con il quale vorreste suonare sullo stesso palco in una ipotetica serata dei sogni?
«A titolo personale, penso che suonare con i Return to Forever sarebbe il massimo. Ma a tal proposito dovremmo sentire anche gli altri componenti del gruppo, ad esempio Stefano non sarebbe dello stesso avviso, lui preferirebbe duettare in un live con Tiziano Ferro…».(risata di entrambi, ndr)

Scherzi a parte, che cosa ti aspetti dal Goa Boa Festival?
«Fondamentalmente di divertirmi e di far divertire. Questo è il motivo che mi porta a suonare. Chiaramente siamo consapevoli che questo sia un palcoscenico molto importante, quindi se la nostra esibizione al Festival dovesse portare dei benefici futuri, tanto meglio»!

Roberto Murgieri

Nella foto: i Free Folk Ensemble

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Youth La giovinezza Di Paolo Sorrentino Drammatico Italia, Francia, Svizzera, Regno Unito, 2015 In un elegante albergo ai piedi delle Alpi Fred e Mick, due vecchi amici alla soglia degli ottant’anni, trascorrono insieme una vacanza primaverile. Fred è un compositore e direttore d’orchestra in pensione, Mick un regista ancora in... Guarda la scheda del film